QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 17°32° 
Domani 18°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 24 agosto 2019

Attualità mercoledì 17 maggio 2017 ore 11:25

Home restaurant contro il giro di vite in centro

L'imprenditore Gaetano Campolo contro le nuove norme sulla ristorazione: "Il Governo non vede il danno che stiamo subendo"



FIRENZE — La battaglia sulle regole che disciplinano la ristorazione nel centro storico non si placa. Dopo la stretta imposta del nuovo regolamento Unesco, ad alzare la voce è Gaetano Campolo, imprenditore trentenne e Ceo di Home restaurant Hotel, che a breve uscirà dalla fase di 'start up' per entrare in una nuova fase progettuale. Campolo ha scritto al Governo inviando il proprio parere e le proprie riflessioni. 

"In questi mesi (in maniera intensa) ma da due anni a questa parte siamo in prima linea tra i dibattiti sui giornali sulla sharing economy proprio a difendere questa forma di liberalizzazione che consentirebbe a tutti di lavorare da casa propria proprio come ho fatto e sto ancora facendo. A fine maggio, inizi giugno, presenterò ufficialmente la mia App insieme ai Patner che contribuiranno alla costruzione del mio sito web www.homerestauranthotel.it e dell’app www.app.homerestauranthotel.it". 

"Il mio brevetto - aggiunge - è un Made in Italy e andrebbe salvaguardato dal Governo che sa benissimo ed è a conoscenza della nostra presenza, però cerca in tutti i modi di soffocare l’argomento tenendo alcuni mezzi di stampa sottocontrollo che sono a disposizione delle Lobby in questione che sbraitano contro chi lavora nel settore extra alberghiero, ma soprattutto condivide il proprio business, la propria arte con altre persone tramite il digitale e permette di creare profitto da casa propria a costo 0. Vorrei dire al Governo Italiano che oggi parla di Airbnb (americani) e che lo riconosce come operatore del settore ma Home restaurant Hotel è gia l’evoluzione del B&B del futuro e questo i vari Politici ed Esperti lo sanno ora vorrei solo capire se il Ministro Padoan (al G7 parla di web tax senza conoscere lo startupper della prima App che unisce B&B e home restaurant) e il Ministro Calenda preferiscono che io trasferisca la mia azienda all’estero vendendo comunque in Italia?"

"La mia azienda - aggiunge - ha appena firmato investimenti per 250 mila euro per la realizzazione e la comunicazione dell’app, al momento destinati per l’Italia e favorirne la crescita e lo sviluppo del mio modello nel mio paese ma senza risposte concrete mi troverò a vendere in Italia servizi con la mia App ma da un altro Paese uno tra i 18 Paesi Europei dove siamo attualmente legali, e con molto rammarico perche la mia azienda pagherà tasse e contributi in un altro Stato nonostante sia un brevetto depositato al nostro Ministero per lo Sviluppo Economico. Sono ancora in attesa di essere contattato da questo Governo che parla di social eating e sharing economy ma non parla con gli operatori che in Italia ne promuovono lo sviluppo, per sviluppare una Legge che non sia discriminatoria, che sia meritocratica e soprattutto che rispetti le direttive Europee e dell’Antitrist, solo cosi il Nostro bel Paese potra guardare al Futuro con più possibilità le stesse che questo Governo vuole negare".

Quindi l'appello alle istituzioni locali: "Vorrei ricorda al Sindaco Nardella e ai vari presidenti delle varie lobby che vogliono bloccare lo sviluppo economico, come hanno fatto per anni, che il DDL che disciplina l'attività di Home Restaurant appare nel suo complesso idoneo a limitare indebitamente una modalità emergente di offerta alternativa del servizio di ristorazione..."



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca