comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 11°23° 
Domani 11°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 10 aprile 2020
corriere tv
Coronavirus, allo Spallanzani 167 positivi, 236 i dimessi

Attualità sabato 23 novembre 2019 ore 11:43

Gli insegnanti a lezione di lettura ad alta voce

Tappa fiorentina per il progetto "Leggere: Forte!" della Regione per far entrare la lettura tra le abitudini dei giovani fin dal nido



FIRENZE — Sono arrivati in tanti, di sabato e di buon mattino, per partecipare a uno degli incontri di formazione previsti dal progetto "Leggere: Forte!" della Regione Toscana che intende far diventare l'abitudine alla lettura una pratica quotidiana e sistematica nelle scuole. Per ora nei nidi, anche se in Valdera e nell'empolese sarà già attivata una sperimentazione che riguarda le scuole dell'infanzia, le primarie, le secondarie di primo e di secondo grado per un totale di 1.905 classi e 40mila studenti. 

Ad aprire i lavori è stata l'assessore regionale a istruzione, formazione e lavoro Cristina Grieco che ha spiegato il senso del progetto. "Più che di progetto - ha detto Grieco - è meglio parlare di vera politica educativa. "Leggere:Forte!" ha lo scopo di favorire un tempo quotidiano dedicato alla lettura ad alta voce delle educatrici e degli educatori, delle insegnanti e degli insegnanti per i loro allievi". Perché è dimostrato che "la lettura ad alta voce, se praticata con costanza, riesce a colmare gli svantaggi e a consentire a ciascuno di esprimere le proprie potenzialità". 

Presenti all'iniziativa anche l'assessore all'aeducazione, all'Università e alla ricerca del Comune di Firenze Sara Funaro, la responsabile del coordinamento pedagogico 0-6 del Comune Alba Cortecci e Federico Batini, docente di pedagogia sperimentale all'Università di Perugia e direttore scientifico del progetto. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità