Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:15 METEO:FIRENZE14°26°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 23 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Giacomo Sartori, continuano le ricerche del 29enne scomparso: il video postato dalla famiglia su Fb

Attualità giovedì 13 ottobre 2016 ore 18:15

Stagione delle piogge, sfalcio sugli argini

Decespugliatori all'opera nel tratto di Arno tra il Girone e Ponte all'Indiano. I lavori hanno già interessato Mugnone, Terzolle e Affrico



FIRENZE — I lavori di sfalcio sono eseguiti dal Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno. Dopo il primo passaggio di giugno nel centro storico e la campagna di manutenzione dell'Arno sia sulla riva destra che su quella sinistra da Pontassieve fino alle Signe, gli operatori del Consorzio sono tornati al lavoro per preparare il fiume in vista dell'autunno e dell'inverno.

Da Ponte all’Indiano risalendo fino a Ponte a Verrazzano, il Consorzio ha eseguito il primo passaggio di sfalcio della vegetazione finalizzato alla vigilanza utile per la sicurezza idraulica del tratto urbano.

“Un intervento - ha sottolineato l'assessore all'ambiente Alessia Bettini - basato su una visione integrata della tutela del territorio e dell'ambiente. Certamente è fondamentale la manutenzione ma abbiamo puntato anche su progetti di rinaturalizzazione, di tutela delle biodiversità, di piena integrazione con un territorio che è, non dimentichiamolo, patrimonio Unesco”.

A tratti con i classici mezzi operativi, le ruspe del Consorzio, a tratti invece a mano, con il decespugliatore, in taluni casi anche a barca, con il traghettamento degli operatori sulle sponde altrimenti non raggiungibili possibile grazie alla preziosa e ormai consolidata collaborazione delle Società Canottieri Firenze. 

“Si tratta di un attento lavoro per la sicurezza idraulica e per il decoro del nostro fiume e della nostra città, reso possibile grazie alla stretta collaborazione con Regione e Comune, che gli operatori del Consorzio svolgono con particolare cura e dedizione e che quest’anno si arricchisce del contributo volontario dei migranti ospiti a Firenze e anche di un peculiare tocco artistico” ha detto il presidente del Consorzio Marco Bottino.

"Questo ciclo di manutenzioni sui corsi d'acqua fiorentini assume ancora più valore in vista dell'anniversario dell'alluvione del 1966", ha aggiunto Marco Bottino.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Mattinate infernali per gli automobilisti che attraversano i viali tra la Fortezza da Basso, Ponte Rosso e Campo di Marte a causa dei cantieri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

STOP DEGRADO