Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:42 METEO:FIRENZE19°40°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 26 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Missili russi su Kiev, una bambina estratta viva dall'edificio bombardato

Cronaca lunedì 20 febbraio 2017 ore 16:25

Georgofili, nuovo ergastolo per il boss Tagliavia

Confermata dalla Cassazione la sentenza della Corte d'appello nei confronti del boss, accusato di aver fornito l'esplosivo per la strage del 1993



FIRENZE — A stabilire la conferma della condanna è stata la seconda sezione penale della Cassazione nell'ambito del processo bis al termine della riserva stabilita dopo la camera di consiglio un mese fa. 

Lo scorso 20 gennaio il sostituto procuratore generale Mario Pinelli aveva sollecitato la conferma della sentenza emessa dalla Corte d'appello di Firenze il 24 febbraio 2016 che aveva condannato nuovamente Tagliavia all'ergastolo e all'isolamento diurno di un anno. 

Si tratta della seconda volta che il processo approda in Cassazione, dal momento che la stessa Suprema Corte aveva annullato con rinvio la prima sentenza d'appello per una valutazione degli elementi di prova a sostegno delle dichiarazioni dei pentiti Gaspare Spatuzza e Pietro Romeo che accusavano Tagliavia.

La strage di mafia colpì Firenze il 27 maggio 1993. Nell'attentato morirono 5 persone e 40 rimasero ferite. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Paura per un ragazzo di 17 anni aggredito in strada e ferito a una gamba con un coltello da cucina. Indaga la polizia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità