comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 00:12 METEO:FIRENZE12°20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 31 ottobre 2020
corriere tv
De Luca: «Ho ascoltato sindaci autentiche nullità, gente che andrebbe affidata ai servizi sociali»

Attualità giovedì 06 febbraio 2020 ore 15:30

"Foibe, per la mostra negate sedi dei Quartieri"

La presentazione del Giorno del Ricordo in Palazzo Vecchio

Presentate le iniziative di Forza Italia e centrodestra universitario in occasione del Giorno del Ricordo. La mostra di Krancic al Polo Universitario



FIRENZE — Il Giorno del Ricordo si celebra in tutta Italia il 10 Febbraio, è il giorno dedicato al ricordo delle vittime delle Foibe. A Firenze alcune iniziative per il 10 Febbraio sono state organizzate da Forza Italia Firenze e del movimento Centrodestra universitario studenti per le libertà e sono state presentate in una conferenza stampa in Palazzo Vecchio.

Alle 12 del 10 Febbraio sarà apposta una corona a Largo Martiri delle Foibe, saranno presenti il capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale Jacopo Cellai, il responsabile di Centrodestra universitario studenti per le libertà Giovanni Guidi, il capogruppo del partito al Q4 Davide Bisconti, il coordinatore per il Q3 Giulio Sbal e la responsabile cultura di Forza Italia Firenze Claudia Dominici.

Sempre da lunedì 10 febbraio, al Polo Universitario di Novoli, Facoltà di Economia e Commercio, sarà possibile visitare una mostra di vignette dedicate ai Martiri delle Foibe realizzate dal disegnatore Alfio Krancic.

In una nota stampa Cellai, Bisconti e Bal hanno accusato i consigli dei quartieri dove siedono eletti nel partito (Q1, Q3 e Q4) di aver negato l'autorizzazione ad ospitare la mostra.

"Ciò è avvenuto – hanno spiegato gli esponenti azzurri – con motivazioni diverse, ma con un identico risultato: vietare la mostra. Al Q1 ci è stato detto che la decisione doveva essere demandata al sindaco Nardella, al Q4 che se ne potrà parlare l'anno prossimo, a patto che oltre a Krancic siano presenti anche le vignette satiriche di altri disegnatori. Ma la cosa più 'bella' è avvenuta al Q3, con la presidente Perini che, a mezzo whatsapp, ci ha reso noto che esporre le vignette non era possibile perché vi si attaccavano l'Anpi ed esponenti del PD. Se non è censura questa...".

"A Firenze sul ricordo dei Martiri delle Foibe sono stati fatti negli ultimi anni timidi passi avanti – ha notato Cellai – ma il ricordo di questa strage di italiani resta un evento di serie B. Peccato non aver riscontrato, ancora una volta, adeguato approfondimento come viene fatto ad esempio per il giorno della Memoria. A quattro giorni dalla ricorrenza, la soglia di attenzione è estremamente bassa. E purtroppo gli episodi avvenuti nei quartieri confermano che per la sinistra fiorentina di Foibe meno si parla, meglio è. Anche il programma previsto per le scuole vede coinvolti quattro soli istituti; una miseria".

"Noi insistiamo: è doveroso ricordare anche questa tragedia che ha colpito nostri connazionali, uccisi barbaramente in quanto italiani dai partigiani agli ordini di Tito. Per questo ribadiamo che l'apposizione di una targa in memoria degli esuli istriano dalmati a Sant'Orsola, già approvata dalla Città Metropolitana, e l'intitolazione di una strada della città a don Luigi Stefani (dalmata, sacerdote, alpino, cappellano della Misericordia di Firenze e riferimento per la comunità di esuli), approvata in Consiglio comunale avvengano al più presto. Intanto prendiamo atto che l'occasione per farlo in tempo per il Giorno del Ricordo 2020 è sfumata" conclude Cellai.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità