QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 10°17° 
Domani 11°17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 18 ottobre 2019

Attualità martedì 18 luglio 2017 ore 10:00

Ex Telecom, il consiglio dà l'ok al recupero

Dopo il via libera della giunta di Palazzo Vecchio a giugno, ora è arrivato anche quello dell'assemblea per il progetto da 1,2 milioni di euro



FIRENZE — Ok del consiglio comunale al recupero del complesso ex Telecom di via Masaccio con 1,2 milioni di euro per riqualificare l'intera zona.

La giunta comunale aveva già dato il via libera al progetto a giugno scorso su proposta dell’assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini. Il pacchetto legato alla convezione per l'attivazione della scheda del regolamento urbanistico ex Telecom Masaccio prevede la realizzazione di una nuova rete in fibra ottica, del rifacimento di tutta l’area esterna al Parterre e di numerose strade della zona, oltre al completo restauro dell’arco dei Lorena di piazza della Libertà.

"Un nuovo importante intervento di recupero di immobili non utilizzati della città, che torneranno a vivere rinnovando il volto di tutta l’area – ha detto Bettarini – Un’occasione per nuove iniziative nell’edilizia e nell’economia fiorentina che porterà a realizzare un mix di funzioni nel complesso ex Telecom e a riqualificare tutte le aree esterne al Parterre, rifare il manto stradale di via Masaccio e delle vie intorno, portando anche la fibra ottica e restaurando l’arco dei Lorena di piazza della Libertà. Un intervento reso possibile grazie allo strumento della convenzione previsto dal Regolamento urbanistico che in questo caso si traduce in oltre 1,2 milioni di euro di opere di compensazione”. 

Il complesso immobiliare ex Telecom Masaccio si compone di due edifici tra via Masaccio e via Fattori su una superficie di oltre 15mila metri quadrati, realizzato nei primi anni ’60 e utilizzato da Telecom fino alla dismissione degli anni ’90. L’immagine architettonica degli immobili si deve all’architetto Giovanni Michelucci. L’intervento prevede la realizzazione di un mix di destinazioni d’uso: residenziale comprensiva degli esercizi commerciali di vicinato 45%, commerciale relativa alle medie strutture di vendita 15%, turistico-ricettiva 25% e direzionale comprensiva delle attività private di servizio 15 per cento. 

La possibilità di realizzare l’intervento è subordinata alla compensazione degli oneri per un totale di oltre 1,2 milioni di euro. L’importo andrà a finanziare una serie di interventi per la riqualificazione dell’area: realizzazione di fibra ottica in via Masaccio (79 mila euro); restauro dell'arco dei Lorena in piazza della Libertà (350mila euro); rifacimento delle aree esterne del complesso immobiliare Parterre (pavimentazione, sottoservizi, realizzazione vasca, sedute, aiuole a verde, illuminazione e piccole alberature; restauro muretti, recinzioni e cancelli per un importo 566mila euro); opere di manutenzione stradale per un totale di 247mila euro.



Tag

Assenteisti a Catania: il badge timbrato da ragazzini ripresi in video, 48 indagati

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca