comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:53 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 01 dicembre 2020
corriere tv
Covid, Crisanti: «Si parla di sci con 600 morti al giorno. Non siamo un Paese normale»

Attualità martedì 27 ottobre 2020 ore 19:33

Due aggressioni in 15 giorni, paura nel rione

Per la seconda volta in due settimane sono finiti in ospedale i titolari di una attività commerciale benvoluta nel quartiere del centro storico



FIRENZE — Le immagini del locale distrutto dopo l'ultima aggressione continuano a circolare sui social mentre i residenti di Santa Maria Novella si stringono nuovamente attorno ai titolari dell'attività. 

Si tratta di marito e moglie, due commercianti conosciuti ed amati nel rione per il loro impegno nel rilanciare una attività economica in una zona difficile come lo sdrucciolo della Stazione Santa Maria Novella, tra via dell'Albero e via Maso Finiguerra. Dopo l'investimento nella ristrutturazione del locale hanno vissuto due giornate indimenticabili nel giro di 15 giorni, l'aggressione dell'11 Ottobrel'aggressione del 26 Ottobre, con due violente risse che li hanno costretti a ricorrere alle cure mediche.

Dopo il primo episodio il sindaco di Firenze ha inviato gli assessori Federico Gianassi ed Alessia Bettini a portare la solidarietà di Palazzo Vecchio. "I residenti e commercianti della via sono presenti e attivi e a loro va il nostro ringraziamento; insieme stiamo lavorando, per migliorare la vivibilità della zona" aveva detto Alessia Bettini che nel frattempo è diventata vice sindaco. 

I residenti oltre alla solidarietà continuano a chiedere un presidio fisso di sicurezza che possa mitigare gli episodi violenti, accaduti anche in pieno giorno, e diventare un deterrente in una zona dove la criminalità ha preso piede nel corso degli anni seguendo lo spopolamento della residenza e dell'artigianato locale. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità