Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:FIRENZE10°18°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, il bombardamento del palazzo della sede dell'Ap e di Al Jazeera

Attualità lunedì 20 aprile 2020 ore 17:02

Covid, un piano bici per evitare l'uso delle auto

In foto una pista ciclabile

Promuovere la mobilità ciclabile per scongiurare il ricorso massiccio alla mobilità privata, questo l'obiettivo di Palazzo Vecchio nel post emergenza



FIRENZE — Il post emergenza fa paura, sono tante le abitudini da rivedere ad iniziare dagli spostamenti, con i mezzi pubblici a numero chiuso l'auto privata rischia di diventare il mezzo più utilizzato con conseguente intasamento delle strade ed inquinamento dell'ambiente.

L'amministrazione di Palazzo Vecchio è al lavoro su un piano della mobilità per la cosiddetta fase 2 dell'emergenza sanitaria, al primo posto c'è la promozione della mobilità ciclabile favorendone l'integrazione con il mezzo pubblico, con più punti di scambio intermodale e bandi per bike sharing elettrico e monopattini e incentivi a chi predilige le due ruote per recarsi al lavoro. 

Il capogruppo Pd Nicola Armentano ha spiegato "Il sindaco ha giustamente sottolineato come quello della mobilità sia tema prioritario. Il rischio è che col ricorso massiccio al mezzo privato i livelli di traffico diventino insostenibili, con deleterie ripercussioni sull’ambiente. Riteniamo essenziale intervenire quanto prima e una strada da percorrere è quella di promuovere e incentivare una mobilità sostenibile e ciclabile”.

A illustrare le proposte sono stati i presidenti di commissione Ambiente e Infrastrutture in consiglio comunale Leonardo Calistri e Renzo Pampaloni “C’è bisogno di politiche coordinate e ancora più green, di uno sviluppo coordinato di infrastrutture, meglio se leggere, per una mobilità sicura e a basso impatto ambientale. È necessario attivare velocemente i bandi per il bike sharing elettrico e i monopattini, incentivare la mobilità ciclabile integrandola con quella pubblica, in primis con la tramvia, colonna portante del nostro sistema di trasporto, inserendola all'interno di tutti i nuovi progetti e in particolare delle nuove linee e creando sempre più punti di scambio intermodale. È importante dare priorità alla realizzazione della bicipolitana progettata dal Comune insieme a FIAB e Legambiente. Bisogna saper affiancare agli investimenti meccanismi incentivanti all’uso di mezzi a mobilità dolce, economici ma non solo. Un’idea, ad esempio, è la possibilità di riconoscere dei bonus per chi sceglie la bici come mezzo per effettuare il percorso casa-lavoro anche in termini di riconoscimento orario dei tempi spesi per il trasferimento: per questo è necessario un confronto con il mondo datoriale. Utile organizzare presto una campagna informativa sulle potenzialità della mobilità ciclabile con un focus specifico sulla rete esistente e prevista nel Comune di Firenze. Riteniamo opportuno anche dare attuazione alla sperimentazione delle zone 30 ad alta ciclabilità e pedonalità, già sperimentate in alcune parti della città e attivarsi con il Ministero per ridurre rigidità attualmente presenti anche nel codice della strada in modo da incrementare, sempre rispettando le condizioni di sicurezza, la permeabilità delle biciclette anche in contesti complessi come le strade di Firenze. Ad oggi non riteniamo opportuno mettere in discussione la ZTL e sosteniamo la scelta di non averla sospesa durante l’emergenza Covid, avendo nel contempo garantito agevolazioni, con autorizzazioni gratuite al transito, ai lavoratori impegnati nei servizi essenziali. Siamo comunque disponibili a valutare dopo la riapertura eventuali proposte” hanno concluso Calistri e Pampaloni.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente si è verificato in via Carlo del Prete. La donna, 80 anni, è stata investita da un'auto guidata da un signore di 88 anni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità