Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:21 METEO:FIRENZE10°20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 16 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Putin scocciato con la reporter Usa: «Lei è una bella donna ma non ascolta»

Attualità martedì 24 agosto 2021 ore 08:08

Costa San Giorgio, Idra: "silenzio inaccettabile"

Idra a Palazzo Vecchio - Laboratorio Belvedere

L'associazione è tornata a Palazzo Vecchio per incontrare il presidente del Consiglio comunale e chiedere una risposta sulla partecipazione pubblica



FIRENZE — L’associazione Idra il 12 Agosto è tornata a Palazzo Vecchio per incontrare il presidente del Consiglio comunale di Firenze, Luca Milani. Ad accompagnare il presidente Girolamo Dell’Olio, in rappresentanza dei cittadini che si sono attivati per il Laboratorio Belvedere sulla trasformazione urbanistica di Costa San Giorgio, è intervenuta Lucia Evangelisti.

Idra ha espresso "preoccupazione" perché "non sembra democraticamente accettabile il totale apparente disinteresse con cui sindaco e giunta ricevono le sollecitazioni a un’urbanistica partecipata che la società civile fiorentina, nazionale e internazionale trasmette da mesi alla squadra di governo della città dai confini Unesco ulteriormente allargati. La cittadinanza attivatasi in Oltrarno per rivendicare il diritto alla partecipazione a scelte urbanistiche di fondo come quella che rischia di snaturare la collina di Belvedere non ha ancora ottenuto un solo incontro, un solo colloquio, una sola riga di riscontro vergata dalla mano del sindaco, del vicesindaco o di qualche assessore".

Idra si è appellata al presidente del Consiglio comunale, chiedendo "un intervento di garanzia, un richiamo formale, affinché si dia corso al minimo sindacale di relazione del Palazzo con la cittadinanza”.

"Nulla è stato ancora fatto in termini di informazione di base sulla variante urbanistica che minaccia la qualità della vita e del paesaggio nell’area Unesco dell’Oltrarno, e lo stesso approvvigionamento idrico del giardino all’italiana di Boboli, fondato sulla risorsa acqua. Urge, anche qui, un’opportunità di conoscenza approfondita e diffusa del contenuto e delle possibili conseguenze della variante" ha concluso Idra.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il sinistro si è verificato a metà pomeriggio a ridosso di piazza Beccaria, provocando code anche a causa del restringimento di carreggiata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità