comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:26 METEO:FIRENZE10°19°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 20 ottobre 2020
corriere tv
«Due» il primo concerto live per un solo spettatore alla volta

Attualità venerdì 25 settembre 2020 ore 10:33

Chiude il Caffè San Marco "Non ci sono clienti"

Gualserio Zamperini racconta a QUinesFirenze la fine di un'epoca che si è aperta nel centro storico e si chiude in una "squallida periferia"



FIRENZE — Seduto ad un tavolino di piazza San Marco, Gualserio Zamperini, amministratore dal 1984 dello storico locale osserva la piazza deserta, piena di taxi fermi e di autobus che passano vuoti. "A fine mese finirà questa grande avventura, sono qui da 36 anni ho visto cambiare questa piazza in peggio". 

Sono 30 i dipendenti del Gran Caffè San Marco, molti di loro sono in cassa integrazione "Qualcuno è rientrato - racconta Zamperini - ma per fare un orario ridotto, dalla mattina presto sino al primo pomeriggio perché poi la piazza è vuota, non passa più nessuno per tutta la sera". 

"Non c'è più nessuno" commenta allargando le braccia. "Sembra di stare in una squallida periferia" aggiunge spostando lo sguardo dalle vetrine dorate alla piazza ed agli edifici che la circondano. "La Corte d'Appello aveva 3.000 persone, poi c'erano gli studenti e tanti turisti che ruotavano attorno alla Galleria dell'Accademia che oggi stacca pochissimi biglietti".

Negli ultimi mesi il caffè è stato protagonista di una serie di furti "Abbiamo subito anche questo sì, ma dalla crisi non ti risollevi da solo a differenza dei furti". 

Quali sono i costi dell'attività? "La prima uscita è il canone di affitto di 15.000 euro al mese. Durante il lockdown abbiamo ottenuto una riduzione del 60% ma per soli 4 mesi, oggi paghiamo il canone intero".

"Nel 2018 abbiamo fatto una ristrutturazione che è durata 9 mesi con un grande investimento dietro l'aspettativa di una riqualificazione della piazza che poi non è avvenuta perché oggi San Marco sembra una periferia"

Cosa si aspetta da Palazzo Vecchio? "Conosco il sindaco da quando faceva lezione di violino. L'ho visto crescere e diventare primo cittadino. Ha detto che verrà a trovarmi e gli chiederò di aprire la Ztl e di spostare su San Marco qualche evento non tanto per noi ma per le attività che riescono a resistere. In tanti hanno già chiuso. Tra San Marco e Via Cavour ci sono bandoni abbassati da tempo che contribuiscono a dare l'idea di una zona abbandonata a se stessa, eppure qui ci sono ancora ufficio e sedi istituzionali di grande importanza".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca