Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:42 METEO:FIRENZE14°18°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 30 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La drammatica battaglia per l'acciaieria Azovstal di Mariupol vista con gli occhi del soldato-cameraman: le immagini

Attualità giovedì 17 maggio 2018 ore 14:28

'Chatta la buca' oltre quota 3.500 segnalazioni

Migliaia di messaggi dei cittadini al servizio di segnalazione delle buche nelle strade. Già completato il 35 per cento degli interventi



FIRENZE — Strade colabrodo, i fiorentini non si sono fatti pregare per segnalare i punti in cui si sono aperte buche più o meno profonde nell'asfalto a rischio e pericolo delle auto in transito ma anche di bici e motorini. Al servizio di segnalazione su whatsapp 'Chatta la buca' attivato da Palazzo Vecchio, infatti, sono arrivati quasi quattromila messaggi: per l'esattezza 3.851. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella aggiungendo che "abbiamo risposto e cominciato a gestire il 91 per cento di tutti questi messaggi. Dei 590 interventi previsti sulla base di queste segnalazioni ne abbiamo completati il 35 per cento".

"Chatta la buca quindi è uno strumento che funziona - ha aggiunto il sindaco - sia dal punto di vista del recepimento dei messaggi e delle segnalazioni sia come parametro per valutare il ritmo di risoluzione delle segnalazioni".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Oggi l’abbraccio commosso dei poliziotti fiorentini, il saluto alla città che per tanti anni ha servito in prima linea, con grande professionalità
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca