QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 5° 
Domani 3° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 19 gennaio 2020

Attualità giovedì 24 ottobre 2019 ore 15:35

Cantieri e mercati nel mirino della nuova Sas

Gli addetti della società in house monitorano le ditte appaltatrici e sorvegliano i mercati rionali oltre a verificare la sosta attraverso i parcometri



FIRENZE — Dal controllo sul rispetto delle regole all’interno dei mercati rionali, al pagamento della sosta con carte di credito e app fino al controllo delle esecuzioni dei lavori per conto terzi nei cantieri, questi alcuni compiti svolti dalla nuova Servizi alla Strada S.p.A., società in house e strumentale del Comune di Firenze. “Il lavoro impostato con la nuova mission affidata a Sas da quando la manutenzione stradale e la segnaletica sono state affidate con bando di gara - ha spiegato l’assessore alle partecipate Federico Gianassi - sta cominciando a dare i primi risultati. La Sas ora si occupa di servizi sui mercati rionali e sui cantieri, e sta puntando tutto sulla tecnologia. Il lavoro di Sas è apprezzato dalle associazioni consumatori e dall’indagine sul gradimento degli utenti, che sta crescendo”.

La società diviene strumento del Comune nel 2017 e, nel settembre 2018, con l’affidamento della manutenzione strade e segnaletica al Global Service a seguito di bando europeo, la Sas ha iniziato a potenziare il proprio percorso in questa direzione e lo ha condiviso con le associazioni dei consumatori Adiconsum e Federconsumatori che hanno approvato la nuova carta dei servizi e che stamani erano alla presentazione a Palazzo Vecchio con Cinzia Matacchiera, Presidente Adiconsum Firenze e con Massimo Falorni, Presidente Federconsumatori Toscana.

“Il nuovo corso della Servizi alla Strada S.p.A., società in house e strumentale del Comune di Firenze - ha detto il presidente Sas Stefano Agresti - ha lasciato più spazio a opportunità di miglioramento dei servizi per il Comune coprendo tutti quegli aspetti in cui la municipalità necessita di un controllo attento e diretto, come nel controllo cantieri e mercati, nella gestione dei parcheggi di superficie, nel controllo accessi al centro cittadino, tutto ciò non dimenticando l’indirizzo smart la cui direzione è tracciata, con nuove app e aggiornamenti dei software di controllo sia verso l’interno Sas, ottimizzando e migliorando la nostra gestione creando risparmi di tempo e denaro, sia verso gli utilizzatori, offrendo facilities nei settori pubblici. Sas quindi, come evidenzia la nuova carta, offre servizi importanti per la città e ciò non a discapito di un corretto equilibrio economico finanziario raggiunto. Un ringraziamento particolare alle associazioni consumatori Adiconsum e Federconsumatori che hanno firmato con noi questa carta”. “Sas -ha detto il direttore generale Cristiano Rebecchi - ha potenziato negli ultimi anni la sinergia con il Comune di Firenze sia dal punto di vista della gestione della mobilità cittadina, sia dei controlli sul territorio in collaborazione con la Pm, sia del supporto tecnico e amministrativo in vari settori, come quello della progettazione e della direzione lavori della sosta e degli adeguamenti della viabilità, della predisposizione delle ordinanze, della predisposizione degli atti relativi al recupero dei crediti in qualità di agente contabile”.

La nuova funzione di controllo dei mercati rionali. Da marzo 2019 il personale Sas svolge il controllo su 16 mercati rionali: Lincoln/Cascine, Antiquariato, Lami, Fanti, Dalmazia, Ghiberti/Sant’Ambrogio esterno, Santo Spirito, Isolotto, Giannotti, Acciaiuoli, Cure, Salvi Cristiani, Bizzarria, San Salvi, Monzani/Varlungo, Canova, Puccini, Pulci. I controllori dei mercati verificano il possesso della licenza e dei requisiti indicati. Vengono quindi segnalati all’amministrazione comunale tutti i fatti di rilievo accertati, per esempio il mancato rispetto degli spazi assegnati, la presenza di abusivi all’interno e all’esterno degli stalli del mercato, la carenza della documentazione abilitativa, ecc. Sas pertanto svolge un compito di monitoraggio e di rilevazione dati e presenze, invita gli operatori economici ad esibire la documentazione e, nei casi di sconfinamento degli spazi, ad adeguare il banco alla segnaletica orizzontale o alle superfici previste dalle planimetrie. E’ in fase di studio la possibilità di realizzare internamente una app funzionale che permetta un gestione più snella dei cosiddetti “spuntisti”, gli ambulanti in attesa di un posto libero ai mercati. Al 30/09/2019 i controlli sono stati in tutto circa 5.900 e le segnalazioni all’Amministrazione circa 50. Ma Sas è sempre più smart con le app e i nuovi parcometri con carte di credito. Per il pagamento della sosta a mezzo smartphone la Servizi alla Strada ha sviluppato un applicativo chiamato Tap and Park attivo dal 2016 che negli anni ha visto più di 35.914 pagamenti (nel 2016 n.2.956 pagamenti, nel 2018 n.12.006) ed il trend è di crescita costante. Oltre a Tap & Park nel 2018 è stato aperto a due nuove app nazionali, Telepass Pay e Phonzie, e presto il panorama di app per il pagamento della sosta nelle strisce blu del Comune di Firenze si estenderà anche a DropTicket, EasyPark e MyCicero con le quali Sas sta già lavorando per la messa in esercizio. A proposito di investimenti in tecnologia di Sas, sono in fase di posa gli ultimi 200 parcometri nuovi con carta di credito. Entro la fine dell’anno l’aggiornamento della strumentazione sarà completato: per il 2020 tutti i 900 parcometri saranno stati sostituiti. A settembre 2019 circa il 5% dei pagamenti è stato effettuato a mezzo denaro elettronico per un importo complessivo di circa il 14% degli incassi totali da parcometro. In arrivo anche una App per ritrovare gli oggetti smarriti. Il servizio di restituzione degli oggetti trovati è in fase di profondo rinnovamento. La Società infatti sta pensando alla realizzazione di una propria app che permetta il reperimento degli oggetti smarriti e la restituzione in maniera più immediata e diretta possibile. Al 30/19/2019 da gennaio sono stati depositati 9633 oggetti e restituiti n. 2961, circa il 31% del totale, di cui circa il 45% alle ambasciate e consolati.

Fra le novità c’è il controllo delle esecuzioni lavori di terzi. Da gennaio 2019 il servizio di controllo delle alterazioni di suolo pubblico, conosciuto come servizio di controllo dei cantieri, è molto cambiato: è stato ampliato il controllo a tutti gli interventi delle ditte su suolo pubblico, sono aumentate le fasi del controllo e disciplinate con maggiore efficacia le modalità di segnalazione. Gli interventi vengono controllati sia in fase iniziale, sia durante i lavori, infine a collaudo con una squadra di tecnici che rilevano i vari passaggi: a fronte delle ordinanze della Direzione Mobilità si verifica se e quando è iniziato e se sono presenti le relative autorizzazioni, a lavori in corso si controlla il rispetto delle profondità di posa dei sottoservizi e del materiale impiegato rispetto al disciplinare tecnico comunale, poi le squadre di tecnici ripassano a fine lavori per controllare il ripristino provvisorio dello stato dei luoghi; nel caso di irregolarità si provvede ad intimare il ripristino di ciò che il tecnico ha certificato come irregolare in base al disciplinare. Entro massimo sei mesi viene provveduto ad un controllo finale per determinare la bontà del ripristino definitivo e un anno dopo viene effettuata la verifica finale: se l’intervento di ripristino ha retto si provvede alla redazione della relazione tecnica finale e allo svincolo della fidejussione obbligatoria per la ditta che ha effettuato l’intervento. La squadra composta da 6 tecnici e 2 addetti più due amministrativi dall’inizio dell’anno al 30/09/2019 ha controllato 3.017 cantieri con 5243 sopralluoghi, durante i quali sono state prodotte 3.135 segnalazioni di cui: n. 392 irregolari finale provvisorio, 269 regolari finale provvisorio, 6 irregolari risanamento finale provvisorio, 1 regolare risanamento finale provvisorio, 359 irregolare finale definitivo, 2097 regolari finale definitivo, 86 irregolari risanamento finale definitivo, 26 regolari risanamento finale definitivo.

Sas gestisce il nuovo parcheggio Guidoni. Con l’avvio della linea 2 della tranvia è entrato in funzione anche il parcheggio scambiatore denominato T2 Guidoni, ingresso da viale XI Agosto. Inaugurato sabato 9 febbraio 2019, il parcheggio è aperto tutti i giorni con orario 0-24 con sistema automatico di esazione (sbarre accesso/uscita). Il costo della sosta varia in base alla fascia oraria per privilegiare la sosta dei fruitori della tranvia: € 1,00 l’ora dal mattino alle 5 alla notte alle 2, con possibilità di abbonamento, la notte invece dalle 2 alle 5 € 4,00 l’ora frazionabile ai 30 minuti dalla seconda ora. Da marzo a settembre sono stati registrati circa 104.839 transiti per una media di circa 15.000 transiti al mese.



Tag

Taglio cuneo fiscale, Gualtieri: "C'è ampia convergenza con i sindacati"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità