Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:34 METEO:FIRENZE11°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 27 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, il «quasi» conclave nel ristorante di Roma con Orlando, Provenzano, Ronzulli, Tajani e Cesa

Cronaca sabato 06 novembre 2021 ore 09:59

Botte dopo partita Juniores, l'ora delle denunce

rondinella calcio

Sono 6 sin qui gli indagati per l'aggressione con mazze e caschi in cui 2 giovani erano finiti in ospedale. Tra loro anche calciatori del Fiesole



FIRENZE — Un rigore contestato e avevano aspettato atleti e tifosi della squadra avversaria fuori dal campo sportivo in una ventina, per poi aggredirli a colpi di mazze e caschi. Due giovani calciatori della Rondinella Marzocco a seguito di quell'episodio, avvenuto il 30 Ottobre scorso dopo la partita contro il Fiesole Calcio nel campionato Juniores, erano finiti in ospedale. Colpiti anche i genitori degli atleti, con una mamma addirittura spintonata a terra. 

Ora per quei fatti scattano le prime denunce. Ieri sera i carabinieri della stazione fiesolana hanno redatto i verbali di identificazione, elezione di domicilio e nomina del difensore di fiducia nei confronti dei primi indagati per i fatti verificatisi presso il campo sportivo Poggioloni della frazione Caldine. 

Si tratta di 6 persone tutte nate tra il 1998 e il 2002, tra cui 4 calciatori del Fiesole Calcio e due spettatori, uno dei quali calciatore di altra società, individuati quali componenti, insieme ad altre persone in via di identificazione, del gruppo che ha aggredito la squadra e l’entourage della Rondinella. 

Dovranno rispondere dell’ipotesi di reato di percosse e lesioni personali aggravate. Dalle indagini, ancora in corso, è emerso che quel sabato pomeriggio già sul campo da gioco si era verificato un tafferuglio tra i giocatori della Rondinella e il Fiesole. In conseguenza, l’arbitro aveva espulso alcuni giocatori del Fiesole e il portiere della Rondinella. 

Calmati apparentemente gli animi, tutti i giocatori avevano raggiunto gli spogliatoi. Dopo essersi preparati, i calciatori della Rondinella accompagnati da genitori e familiari erano usciti dall’impianto. Qui un gruppo da un lato della strada aveva iniziato a inveire nei loro confronti, con provocazioni verbali e sputi. Poi il passaggio alle vie di fatto all’indirizzo di due giocatori della Rondinella colpiti con un bastone e con un casco.

I ragazzi che avevano avuto la peggio erano a quel punto riusiciti ad allontanarsi e a ricorrere alle cure mediche, e riscontrati affetti da lesioni giudicate guaribili in 3 e 7 giorni. Coinvolti anche l’allenatore della Rondinella, ferito con 5 giorni di prognosi e, fortunatamente senza conseguenze, anche una madre che nell’allontanarsi velocemente con il figlio verso la propria autovettura era stata urtata su un fianco.

Nessuna delle vittime finora ascoltate ha al momento sporto formale denuncia. I fatti sono comunque procedibili d’ufficio. Le investigazioni proseguiranno fino a identificazione degli altri coinvolti, mentre per gli attuali indagati è stata già avviata la procedura per l’emissione dei Daspo da parte della Questura.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Terminata la realizzazione delle travi di fondazione con i pali posizionati in verticale, a seguire la realizzazione dell’armatura per i pilastri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca