Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:FIRENZE19°33°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 14 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Canberra, un uomo apre il fuoco in aeroporto: il video dell'arresto

Sport sabato 02 ottobre 2021 ore 15:00

Basket serie C Gold, c'è anche l’Olimpia Legnaia

Sergio Masi
Sergio Masi

I gialloblu della Cantini Lorano Olimpia Legnaia Firenze sono punto di riferimento per lo sport fiorentino. Intervista al presidente Sergio Masi



FIRENZE — Ci siamo, stasera alle ore 21,15 al PalaFilarete di via del Filarete a Firenze, le maglie gialloblu della Cantini Lorano Olimpia Legnaia Firenze tornano sul parquet per la prima giornata del Campionato di Serie C Gold contro Gema Montecatini Terme Basketball.

Con loro altre 16 squadre si sfideranno nella stagione 201/2022 per ottenere la promozione in Serie B: Spezia Basket Club, Amen Basket Arezzo, Montecatini Terme Valdinievole, ASD Valdisieve, ASD Virtus Siena, Basketball Lucca, Ediasfalti SPA Pall Agliana, Consorzio Leonardo Servizi Quarrata, Cosmocare Cus Pisa, Sibe Pallacanestro Prato, ABC Castelfiorentino, Fides Montevarchi, Don Bosco Livorno, Synergy Basket San Giovanni Valdarno

Il campionato viene affrontato dal team fiorentino con un gruppo profondamente rinnovato, sempre sotto la guida di coach Riccardo Zanardo.

A Firenze l’Olimpia Legnaia Firenze è una realtà molto conosciuta, esempio di passione, di sport che unisce, educa e fortifica. Ieri abbiamo incontrato il presidente Sergio Masi.

Presidente, sentiamo i palloni battere sul parquet, vediamo tanti ragazzi avvicendarsi negli allenamenti. L’emergenza causata dalla pandemia è finita?

E’ stata dura ma nella difficoltà causata dalla pandemia è venuta fuori anche la nostra forza. Di fatto non ci siamo mai fermati, anche solo organizzando incontri tecnici su Zoom o tenendo informate le famiglie. Quando le norme lo hanno consentito i nostri ragazzi son tornati ad allenarsi all’aperto. C’è stato un periodo che avevamo un medico fisso per effettuare a tutti tamponi settimanali. Quest’anno fortunatamente le cose stanno andando meglio e con la Serie C Gold avremo la possibilità di far entrare il pubblico per il 35% della massima capienza del Palafilarete.

Ovviamente l’ingresso sarà consentito con il Green Pass, la misurazione della temperatura e la mascherina. Attraverso il nostro sito internet sarà possibile prenotare i posti. La speranza ovviamente è quella di poter tornare alla piena normalità. Per tradizione la nostra prima squadra è seguita da una tifoseria numerosissima, che ha sempre riempito gli spalti dell’impianto sportivo. E poi noi diamo molta importanza al valore associativo e di aggregazione.

Come e quando nasce l’Olimpia Legnaia?

La ASD Basket Olimpia Legnaia è stata fondata nel 1973, radicandosi subito sul territorio. Tutti quelli che sono venuti a contatto con noi hanno sempre avuto un gran senso di appartenenza alla società. A Legnaia il basket è sempre stato uno sport molto praticato e seguito tra i ragazzi, quasi a raggiungere l’interesse che c’è per il calcio.

Di fatto nel 1973 l’Olimpia fu rifondata per una seconda volta grazie soprattutto ed ex giocatori originari del quartiere, tra cui Alessandro Balleggi ed il mitico Silvano Susini, reduci dall’esperienza in Serie A dell’Olimpia Firenze, squadra che comunque veniva da Legnaia, dove aveva il campo di gioco all’aperto finché ha giocato in Serie B.

La squadra

La squadra (foto da Facebook)

A Legnaia hanno imparato a giocare a basket anche grandi campioni

Certamente. Come non ricordare Alessandro Boni, con la Scavolini Pesaro ha vinto uno scudetto, una Coppa delle Coppe ed una Coppa Italia. A Verona ha vinto una Coppa Korac e una Super Coppa. Medaglia d’argento agli Europei di Salonicco del 1980 con la Nazionale Cadetti, ventitré presenze nella Nazionale A di Alessandro Gamba.

Nella nostra storia c’è poi Marianna Balleggi, centoventi presenze nelle Nazionali e due anni in NBA, dal parquet di Legnaia a quelli degli Stati Uniti. Con loro Andrea Zerini, attuale ala-centro del Napoli Basket in A1 e tre presenze in Nazionale maggiore.

Nel vecchio impianto abbiamo messo quattro gigantografie. Tre sono di Boni, Balleggi e Zerini. La quarta ha un punto interrogativo, chi sarà il prossimo campione cresciuto nell’Olimpia?

In Olimpia Legnaia ci sono tante squadre e tanti tesserati. Dal punto di vista organizzativo deve essere un bell’impegno

Siamo orgogliosi di avere 17 formazioni, comprese tre prime squadre. Oltre alla Serie C Gold, ci sono le squadre di Serie D e di Prima Divisione che, per problemi di regolamento federale si chiamano non Olimpia Legnaia ma Jokers Basket.

La squadra di Prima Divisione consente ai ragazzi che hanno fatto attività con noi di continuare a giocare a livello agonistico, in Serie D invece ci sono atleti giovani, tutti del nostro vivaio, che devono crescere sportivamente e fare esperienza per poi, se validi, approdare nella squadra di C.

Posso affermare senza falsa modestia che forse a Firenze siamo la Società meglio strutturata, ci sono 18 allenatori ed ogni squadra ne ha 2, un primo ed un secondo allenatore. 

Poi ci sono gli istruttori di minibasket.

Riccardo Zanardo, il coach della squadra C Gold, svolge anche le funzioni di direttore e coordinatore tecnico di tutte le squadre, allena anche i ragazzi del 2010 ed è il Responsabile del settore minibasket. Tra gli allenatori sono con noi due ottimi coach, Gennaro Nudo e Marco Armellini, che a Siena ha vinto anche scudetti nel settore giovanile con la mitica Men Sana Siena. In organico ci sono preparatori atletici, medici e fisioterapisti. Abbiamo uno staff che si occupa di comunicazione e media e, soprattutto, c’è il nostro tesoro più importante, quest’anno abbiamo ben 300 ragazzi che giocano con noi, dai piccoli del 2016 a quelli che scendono in campo nella Serie C Gold.

Parliamo di risultati sportivi e di ambizioni

Più di venti anni fa abbiamo giocato la pool per la promozione in Serie B ma perdemmo la finale. Quest’anno abbiamo impostato una programmazione che speriamo possa portarci a lottare per la promozione in Serie B nell’arco di due o tre stagioni. I Play Off sono sicuramente alla nostra portata, così come è stato negli ultimi due anni. In squadra sono arrivati sei giocatori giovani, non provenienti dal nostro vivaio, che con noi possono crescere ancora e portarci in alto. Il campionato di quest’anno sembra molto competitivo con alcune squadre che diversamente da noi sono state costruite con giocatori esperti provenienti da categorie superiori, magari non più giovanissimi, che posso consentire risultati immediati.

Tra le favorite vedo le due squadre di Montecatini. Subito dietro per me c’è Castelfiorentino. Mi piace anche Agliana che però ha cambiato molto, un po' come noi.

E’ tardi, lasciamo Sergio Masi ai suoi impegni mentre al PalaFilarete i palloni da basket continuano a battere sul parquet.

Con noi esce un signore anziano.

“E’ bella la pallacanestro vero?” ci dice. “Ha visto quanti ragazzi? Una volta il Legnaia giocava nel campino alla Chiesa di Sant’Angelo, dove ora c’è la chiesa nuova. Il campo era in asfalto ed era in discesa. Si in discesa! Non rida, dico davvero! Le altre squadre non lo sapevano e si cercava di farle giocare in salita nel secondo tempo, per stancarle! Le partite erano di domenica mattina e il prete a volte accorciava la messa. Così all’uscita si poteva andare al campino a vedere la partita dall'inizio".

Marco Burchi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incendio è scoppiato nel pomeriggio da un annesso agricolo. Vigili del fuoco intervenuti sul posto con due squadre e l'autobotte
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca