Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 24 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Samele argento nella sciabola, la dura preparazione per arrivare così in alto

Attualità lunedì 21 giugno 2021 ore 10:13

Autisti contro l'aumento dei posti su tram e bus

"Avanti c'è posto" ma gli autisti frenano l'aumento della capienza e dei passeggeri ammessi a bordo dei mezzi del trasporto pubblico locale



FIRENZE — Da stamani autobus e tram urbani hanno aumentato la capienza massima all'80 per cento dei posti disponibili, una decisione che ha agitato i conducenti.

Sul tram sono disponibili in totale 270 posti, con la capienza al 50 per cento ne sono stati utilizzati 136 che adesso diventano 216. Sull'autobus da 12 metri la capienza al 50 per cento consentiva 55 posti totali. Sui nuovi mezzi da 18 metri sono disponibili 39 posti a sedere e 115 in piedi, si arriva quindi ad una capienza massima di 131 posti.

Una delle prime voci a sollevarsi contro il provvedimento annunciato dall'assessore ai trasporti della Regione Toscana, Stefano Baccelli, è quella di Massimo Milli della Faisa Cisal "Sono molto preoccupato per gli effetti che potrà avere questo allentamento".

"Non c'è dubbio che la situazione sanitaria stia migliorando - ha sottolineato Milli - ma se l'obiettivo è quello di mantenere mascherine e distanziamento non è allora possibile aumentare la capienza. Già al 50 per cento della capienza sui veicoli di 12 e 18 metri era difficile garantire spazio per tutti, non vedo come lo si possa fare con ancora più passeggeri".

"Come sindacalisti siamo arrabbiati e faremo di tutto per mantenere la porta anteriore chiusa e la catena sul lato del guidatore per tutelare i dipendenti e la nostra categoria ma sono preoccupato per gli utenti, su quello possiamo intervenire solo invitando a pensare bene alla situazione in termini pratici. Quanto abbiamo fatto dalla primavera del 2020 mi sembra sia servito a limitare i contagi a bordo, non mi pare infatti che i conducenti siano stati contagiati o abbiano causato contagio dei passeggeri. Manteniamo questa linea e non facciamo trascinare dall'euforia e dalle fantasie di azzerare tutto".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una passeggera senza biglietto ha aggredito la capotreno. Il treno regionale si è fermato dopo essere partito dalla stazione di Santa Maria Novella
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Attualità

Attualità