QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 17°22° 
Domani 15°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 19 settembre 2018

Attualità mercoledì 15 agosto 2018 ore 18:35

Attenzione sui due ponti fiorentini di Morandi

Il ponte San Niccolò a Firenze
Il ponte San Niccolò a Firenze

Si apprende dai tecnici comunali che il San Niccolò e il Vespucci sono osservati speciali, progettati dall'ingegnere del viadotto crollato a Genova



FIRENZE — In quest'articolo abbiamo elencato tutti i progetti realizzati dall'ingegnere Riccardo Morandi, colui che ha realizzato il ponte Morandi di Genova, crollato ieri e che ha causato, al momento, 39 morti accertati tra cui il fiorentino Alberto Fanfani, 32 anni.

Si apprende dai tecnici del Comune di Firenze che i due ponti sull'Arno progettati da Morandi sono "osservati speciali".

“Il Ponte Vespucci di Firenze, progettato dall’ingegner Riccardo Morandi è sotto costante osservazione da tempo e sarà oggetto dal mese di settembre di interventi per il consolidamento delle fondazioni”. È quanto comunicano gli uffici tecnici del Comune che aggiungono: “Oltre ai classici monitoraggi statici effettuati sui ponti l’Amministrazione fin dal 2015, in collaborazione con l’Università di Firenze ha effettuato studi idraulici e morfologici del fiume Arno e delle fondazioni dei ponti fiorentini". 

"Nell’ambito di tali studi è emersa nel corso del 2016 una erosione dell’alveo del fiume in corrispondenza della pila in sinistra idraulica (lato piazza Cestello) con scalzamento dei pali di fondazione del Ponte Vespucci. A seguito di tale fenomeno fin dal gennaio 2016 è stato istituito il divieto di transito ai veicoli in attesa di ulteriori verifiche”. 

Sono state quindi effettuate prove di carico per la valutazione della sicurezza del ponte ed è stato quindi dotato di un certificato di idoneità statica con limiti alla transitabilità del ponte. Oggi è prevista una limitazione di transito per i mezzi di carico a 20 tonnellate”. 

Per la definizione del progetto di ripristino sono state effettuate rilevazioni batimetriche e laser scanner. È stata attivata anche una collaborazione con il dipartimento di Ingegneria Civile dell’Università di Firenze. Le prove sono proseguite, l’ultima prova dinamica è stata effettuata il 12 luglio. È stato quindi redatto il progetto dell’intervento che è stato finanziato dall’Amministrazione comunale. 

Il 31 luglio si è tenuta una conferenza dei servizi con tutti i soggetti interessati per la definizione delle modalità esecutive di intervento e soprattutto della cantierizzazioni. I lavori sono stati assegnati e l’avvio è previsto a settembre.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità