Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE10°13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 12 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
«IoApro», petardi e fumogeni dei manifestanti contro la polizia

Attualità mercoledì 05 luglio 2017 ore 15:25

Aperto il passaggio tra Palazzo Vecchio e Uffizi

Servizio di Giulio Schoen

Doppio taglio del nastro per riaprire lo storico percorso del Principe sopra via della Ninna, creato da Giorgio Vasari nel 1565 per Cosimo I



FIRENZE — La porta del cosiddetto Percorso del Principe, il camminamento sopraelevato voluto da Cosimo I de' Medici e realizzato dall’architetto Giorgio Vasari nel 1565, è stata ufficialmente riaperta alla presenza del ministro per i Beni culturali Dario Franceschini, del sindaco Dario Nardella e del direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt.

Per attraversare il passaggio è previsto un biglietto integrato e quindi un percorso museale unico e stabile che comprende sia Palazzo Vecchio che gli Uffizi.  Negli ultimi anni il percorso del Principe era stato utilizzato solo sporadicamente.

Il nuovo biglietto consentirà al pubblico di visitare autonomamente i due storici edifici e muoversi liberamente tra le straordinarie opere d’arte conservate al loro interno, con un unico vincolo, dettato da esigenze di sicurezza e limiti di affollamento: prenotare il passaggio tramite il call center di Firenze Musei e recarsi al suo ingresso, nella Camera Verde di Palazzo Vecchio, all’orario stabilito. La sperimentazione è prevista fino al 14 gennaio 2018 per consentire l’effettuazione di alcuni lavori. Il biglietto base costerà 27 euro.

“Palazzo Vecchio – ha affermato il sindaco Nardella – è stato unito agli Uffizi da un progetto unitario, voluto da Cosimo dei Medici e progettato dal Vasari. Per troppo tempo il complesso è rimasto separato da confini politici e giuridici. Oggi, grazie al forte interessamento del ministro Franceschini e alla decisiva collaborazione con il direttore Schmidt, finalmente riapriamo una piccola porta simbolica, recuperiamo il grande progetto vasariano e lo mettiamo a disposizione di tutti, riunendo finalmente ciò che burocrazia e vicende politiche avevano diviso”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Gli autisti dei mezzi pubblici sono nuovamente sul piede di guerra davanti all'ipotesi di limitare il servizio per il perdurare della zona rossa
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità