Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 24 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Samele argento nella sciabola, la dura preparazione per arrivare così in alto

Attualità sabato 12 giugno 2021 ore 15:20

Affidato il servizio di bici condivise

bike sharing

Si conclude la procedura di affidamento del servizio di bike sharing. La flotta si comporrà di 3.000 biciclette di cui 1.000 a pedalata assistita



FIRENZE — È RideMovi il gestore del nuovo bike sharing fiorentino. La società, già presente in città dopo il primo bando del 2017, è stata l'unica partecipante alla gara di evidenza pubblica per l'affidamento del servizio e la sua offerta è stata considerata vantaggiosa dall'amministrazione che ha quindi disposto l'affidamento. Il servizio è diventato ormai parte integrante e complementare del servizio del trasporto pubblico grazie a una flotta di 2.000 bici tradizionali e 1.000 e-bike.

“Il nostro obiettivo è stato mettere a disposizione dei cittadini un servizio efficiente e complementare nel senso di integrativo al trasporto pubblico classico anche grazie a un importante presenza delle biciclette a pedalata assistita - sottolinea l'assessore alla mobilità Stefano Giorgetti -. RideMovi ha presentato una proposta migliorativa rispetto alle nostre richieste, con una flotta di 3.000 bici di cui 1.000 a pedalata assistita, e ampliata l'area operativa da 15 a 27,5 chilometri quadrati in modo da avere un servizio più capillare e anche periferico".

Il bike sharing è dunque diventato un servizio pubblico a tutti gli effetti che si integra con il tpl per quanto riguarda il cosiddetto 'ultimo miglio' e che può rappresentare sistema alternativo ai veicoli privati soprattutto in vista della realizzazione dello Scudo Verde. Per tre anni il servizio sarà svolto in esclusiva (con possibilità di ulteriori 3 anni) con biciclette smart dietro un corrispettivo economico per il gestore di 800.000 euro in tre anni in modo da avere capillarità e tariffe appetibili.

In dettaglio RideMovi metterà su piazza la flotta in due tranche: da giugno saranno disponibili 1.500 biciclette tradizionali e 650 bici a pedalata assistita, le restanti 500 e 350 arriveranno ad ottobre. Ampliata anche l'area operativa dall'estensione minima richiesta di 15 chilometri quadrati ai 27,5 chilometri quadrati con un perimetro di 144 chilometri. L'area operativa è stata pensata per poter usare la bici come mezzo intermodale con le due linee tranviarie, arrivando fino alle zone periferiche al confine con altri comuni (per esempio Sesto Fiorentino e Scandicci) con possibilità di raggiungere i poli universitari, gli uffici pubblici, gli ospedali, le grandi aziende, i luoghi attrattivi per il tempo libero.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una passeggera senza biglietto ha aggredito la capotreno. Il treno regionale si è fermato dopo essere partito dalla stazione di Santa Maria Novella
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità