comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 04 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo, neve in Liguria: in azione le squadre di soccorso della Protezione civile

Lavoro giovedì 12 dicembre 2019 ore 15:18

Accademia e San Marco rischiano lo sciopero

I dipendenti hanno paura che la nuova concessione produca una riduzione dei salari ed hanno dichiarato di essere pronti alla protesta sotto le feste



FIRENZE — Circa 80 lavoratori al Museo dell’Accademia e al Museo di San Marco di Firenze si occupano dei servizi di biglietteria, accoglienza e bookshop temono il cambio della concessione, aggiudicata in regime provvisorio a Coop Culture, che andrebbe a sostituire Opera. Temono in particolare una riduzione del salario "da 164 a 290 euro al mese, su stipendi di poco superiori ai mille euro" ed il rischio di "peggioramenti delle condizioni di lavoro, per via della possibilità di passare dall’applicazione del contratto nazionale del commercio a quella del multiservizi".

Rsu, Filcams Cgil e UilTucs Firenze hanno lanciato l’allarme e sono pronte alla mobilitazione "finanche scioperi nel periodo natalizio", che produrrebbero grandi disservizi in musei così importanti in giorni di grande afflusso di visitatori. I sindacati hanno scritto per chiedere rassicurazioni sulla questione alle istituzioni cittadine, al Ministero e a Coop Culture, che ha proposto un incontro. “Siamo pronti ad incontrare Coop Culture, e siamo disposti a cercare soluzioni tecnico/contrattuali di qualsiasi tipo a patto che non si tocchino gli stipendi. Firenze vive di turismo e chi lavora con professionalità e impegno in questi musei visitati da tantissima gente ha diritto a non vedersi peggiorare il salario. Vorremmo avere risposte il prima possibile” hanno detto i sindacati.



Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità