QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 14° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 17 novembre 2019

Attualità giovedì 29 dicembre 2016 ore 18:25

L'influenza riempie gli ospedali

Sovraffollamento nei pronto soccorsi della Usl Centro a causa del picco influenzale. Accessi in aumento del 15 per cento rispetto alla media annuale



EMPOLI — Nonostante il lieve calo di accessi nella giornata di oggi, resta comunque alta l’affluenza nei pronto soccorsi della Usl Toscana Centro, che negli ultimi tre giorni hanno registrato un incremento del 10, e in alcuni casi, 15 per cento rispetto alla media annuale.

Da una prima analisi, condotta dal dipartimento di emergenza e urgenza, gli accessi riguardano prevalentemente pazienti anziani, con patologie febbrili e problematiche respiratorie, insorte sia a causa dell’infezione influenzale (il picco –secondo l’istituto superiore di sanità- è atteso tra Natale e Capodanno) in anticipo rispetto alle previsioni, sia per le temperature rigide di questi giorni.

Resta confermato il mantenimento degli organici che se sarà necessario verrà potenziato in tutti i pronto soccorsi per garantire ai pazienti le cure e i trattamenti necessari.

“Il personale medico, infermieristico, tecnico e gli operatori socio sanitari –ha detto il direttore del dipartimento dottor Simone Magazzini- non mancherà e l’Azienda sanitaria ha sempre autorizzato nuove assunzioni e il reclutamento del personale mancante, quando è stato necessario. Colgo anche l’occasione per ringraziare pubblicamente tutti gli operatori in questi giorni in servizio, che si stanno adoperando con impegno straordinario nell’assistenza ai tanti pazienti che giungono nei nostri pronto soccorsi”.

In tutto sono nove i pronto soccorsi dell’Azienda Usl Toscana centro e si trovano negli ospedali del Mugello, San Giovanni di Dio, Santa Maria Nuova, Santa Maria Annunziata, Serristori di Figline, San Giuseppe di Empoli, Santo Stefano di Prato, SS Cosma e Damiano di Pescia e San Jacopo di Pistoia.

Sono circa 1041 complessivamente gli accessi in una giornata normale.

Alle ore 14,30 il numero dei pazienti triagiati e presi in carico nei pronto soccorsi era il seguente: ad Empoli 73 pazienti; a Pistoia 46; a Pescia 35; all’ospedale del Mugello 20; al San Giovanni di Dio 58; al Santa Maria Annunziata 44; al Santa Maria Nuova 50; al Serristori 17; a Prato 68.

E, a fronte dell’aumento di circa del 10% anche dei ricoveri, i reparti di area medica si riorganizzano.

“Ulteriori posti letto di area medica saranno realizzati negli ospedali di Prato e al Serristori di Figline e –fa sapere il direttore del dipartimento delle specialistiche mediche, dottor Giancarlo Landini- stiamo sperimentando in alcuni presidi le dimissioni ospedaliere precoci che permettono al paziente un rientro a casa in tempi più brevi e in sicurezza, con controlli programmati successivi con gli specialisti ospedalieri. L’altra novità –prosegue il medico- è rappresentata dalle dimissioni nei giorni festivi: è accaduto a Natale e Santo Stefano, e questa nuova modalità oltre a liberare i posti letto necessari, avviene in tutta sicurezza e con il gradimento dei pazienti”.

I cittadini che si devono recare al pronto soccorso possono anche consultare i siti aziendali nei quali sono riportati in tempo reale gli accessi ai pronto soccorsi dell’Azienda.

Empoli: www.usl11.toscana.it

Firenze. www.asf.toscana.it

Pistoia. www.usl3.toscana.it

Prato: www.usl4.toscana.it

oppure: www.uslcentro.toscana.it cliccando sull’area d’interesse.



Tag

Maltempo, nubifragio sul litorale romano: mareggiata a Santa Marinella

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca