QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 9° 
Domani 8° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 13 novembre 2019

Attualità martedì 31 gennaio 2017 ore 15:05

Il Fiorino d'oro dopo l'inferno del Rigopiano

Foto twitter Dario Nardella

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha consegnato la massima onorificenza cittadina alla squadra dei vigili del fuoco accorsi subito dopo la tragedia



CAMPI BISENZIO — Tanta emozione e tanta riconoscenza per le vite salvate, ma anche un grande dolore per le persone che nella tragedia dello scorso 19 gennaio in Abruzzo sono morte, travolte dalla valanga di neve e macerie dell'hotel Rigopiano da cui erano in attesa di partire. 

Questi i sentimenti di chi ha partecipato, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, alla consegna del Fiorino d'oro, massima onorificenza cittadina agli uomini che dalla Toscana, subito dopo la tragedia, sono partiti per raggiungere un luogo praticamente tagliato fuori dal mondo dall'eccezionale nevicata in concomitanza con le ultime, fortissime, scosse di terremoto. 

A proporre il conferimento del Fiorino è stato il sindaco Dario Nardella che stamattina lo ha quindi consegnato ai componenti del team Usar e ai vigili del fuoco del nucleo cinofili di Firenze. Ormai, per tutti, sono gli eroi del Rigopiano. Alla cerimonia hanno partecipato anche la presidente del Consiglio comunale Caterina Biti, gli assessori e i consiglieri comunali e il comandante provinciale dei vigili del fuoco Roberto Lupica. Tra i presenti il Capo della direzione centrale per l'emergenza del Dipartimento dei vigili del fuoco Giuseppe Romano, il direttore regionale Gregorio Agresta, il comandante vicario Francesco Materazzi, il vicesindaco di Pisa Paolo Ghezzi. Del team Usar, infatti, fanno parte anche pompieri del Comando di Pisa, il prefetto di Firenze Alessio Giuffrida e molti familiari dei vigili del fuoco intervenuti in Abruzzo.

Sono tredici i componenti del team specializzato in operazioni di ricerca e soccorso di persone sepolte da macerie in caso di crolli di edifici e strutture, esplosioni o di eventi sismici: Nicola Ciannelli, Fabio Tani, Mirko Billi, Alessio Giannini, Leonardo Diamante, Davide Lagomarsino, Riccardo Leoncini, Maurizio Pasquinelli, Stefano Primigalli, Luca Samori, Fabio Sani, Gino Giovannetti e Francesco Cenni. Con loro hanno operato tra le macerie dell’Hotel Rigopiano anche Stefano Feroci e Fabrizio Veraci dell’unità cinofila, che sono intervenuti con Golia e Rocky, un pastore tedesco e un labrador.



Tag

A Venezia la situazione è drammatica

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità