QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 17°20° 
Domani 15°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 16 settembre 2019

Attualità venerdì 22 settembre 2017 ore 10:58

Brexit, Theresa May a Firenze per l'addio alla Ue

La premier britannica attesa nel capoluogo toscano per il discorso sull'uscita del Regno Unito dall'Europa. I 'pro remain' pronti a manifestare



FIRENZE — Tiratori scelti sui tetti dei palazzi attorno all'ex scuola marescialli e cani antiesplosivo in azione. In altre parole un pezzo di centro storico, nella zona di Santa Maria Novella, blindato in attesa dell'arrivo della premier britannica Theresa May a Firenze. Una visita che pare sarà lampo ma su cui sono puntati gli occhi e soprattutto le orecchie di tutti: May, infatti, pronuncerà un discorso in cui saranno illustrate le modalità di uscita del Regno Unito dall'Unione Europea. Un'uscita che in un primo momento lei stessa aveva definito 'hard', dura, ma che poi sembra essersi progressivamente ammorbidita. Il discorso di May, in effetti, sarà pronunciato anche nel tentativo di sbloccare i negoziati con Bruxelles. 

Il governo britannico, in una nota, ci tiene infatti a precisare: "Quando questo capitolo della nostra storia europea sarà scritto - si legge in una nota diffusa dal governo britannico - non sarà ricordato per le differenze che abbiamo affrontato ma per la visione che abbiamo mostrato; non per le sfide che abbiamo sostenuto ma per la creatività che abbiamo usato per superarle; non per una relazione che è finita ma per una nuova collaborazione che inizia". 

Una visione che, in ogni caso, non va bene a quella metà di britannici che votò no al referendum del 23 giugno 2016. Il sì alla Brexit, infatti, passò con il 52 per cento. Un gruppo dei così detti 'pro remain', è già pronto a manifestare contro May. In piazza Santa Maria Novella sono già state piazzate bandierine dell'Europa dagli inglesi che vivono a Firenze. New Europeans, organizzazione europea con sede a Londra e a Bruxelles per la difesa dei diritti dei cittadini Ue e della libera circolazione, ha annunciato anche una marcia silenziosa nel centro della città. "Chiediamo che i diritti dei cittadini Ue in Gran Bretagna e dei britannici in Ue vengano rispettati. Questo vuol dire - afferma Roger Casale di News Europeans - che sia il Regno Unito che l''Unione Europea dovrebbero smettere di negoziare strumentalizzando la vita delle persone, e cominciare invece a lavorare al quadro legale delle garanzie immediate di cui questi cittadini hanno bisogno". 



Tag

L'entrata trionfale di Piero Angela al convegno con i guardiani di Star Wars: sorpresa e applausi dai presenti

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità