comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 16° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 30 marzo 2020
corriere tv
Coronavirus, le possibili tappe della (lenta) ripresa dopo la crisi

Attualità lunedì 18 novembre 2019 ore 15:46

Una casa comunale per ogni quartiere di Firenze

La suddivisione degli atti è stata stabilita in base al codice di avviamento postale di ciascun cittadino interessato al ritiro delle notifiche



FIRENZE — In ogni sede di Quartiere una casa comunale, cinque le sedi distaccate, dove i cittadini potranno recarsi per ritirare le ingiunzioni di riscossione coattiva del Comune a partire dal 2 dicembre. L’istituzione delle case comunali decentrate è stata decisa dalla giunta comunale, che ha approvato una delibera specifica a ottobre. 

L'obiettivo è "rendere più semplice la procedura di ritiro per i cittadini". Perché "Ad oggi gli interessati che non sono stati trovati a casa dall’addetto, per ritirare l’atto, devono prima ritirare la raccomandata presso le sedi della società affidataria del servizio di notifica e successivamente si devono recare presso la casa comunale in piazza Alberighi".

Per la suddivisione degli indirizzi sono stati utilizzati i codici di avviamento postale: Quartiere 1 per i cap 50121, 50122, 20123, 50124 e 50144, Quartiere 2 per i cap 50131, 50132, 50133, 50135, 50136 e 50137, Quartiere 3 per i cap 50125 e 50126, Quartiere 4 per i cap 50142 e 50143, Quartiere 5 per i cap 50127, 50129, 50134, 50139, 50141 e 50145.

In questa prima fase presso questi sportelli decentrati saranno depositati tutti gli atti del servizio di riscossione coattiva del Comune che potranno essere ritirati direttamente con l’avviso della raccomandata. Non sarà invece ancora possibile fare lo stesso per gli atti dell’Agenzia delle Entrate che non sono di competenza del Comune e per le quali resta in vigore la vecchia procedura, ovvero ritirare la raccomandata presso le sedi della società affidataria del servizio di notifica e il ritiro presso la casa comunale di piazza Alberighi. Nella delibera di ottobre la giunta ha comunque dato l’indirizzo agli uffici di studiare con l’Agenzie delle Entrate la possibilità di allargare la semplificazione anche a queste ingiunzioni. Nessuna novità invece per le notifiche relative alle sanzioni del Codice della Strada, servizio attualmente affidato a Poste Italiane, che sono ritirate presso alcuni uffici postali che fungono da case comunali decentrate.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Lavoro

Sport