comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 13°24° 
Domani 12°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 27 maggio 2020
corriere tv
Open Arms, Salvini: 'Giustizia è fatta, ho bloccato uno sbarco e aiutato il mio Paese'

venerdì 22 maggio 2020 ore 08:51

Fase 2, i cinquantamila bimbi invisibili

una mamma con il passeggino
foto da Tgr Toscana

Sono i bambini toscani da zero a tre anni: nelle linee guida per i centri estivi nessuna prescrizione per loro. Cinquemila educatori senza lavoro



TOSCANA — Cinquantamila bambini, cinquemila educatori, cinquecento strutture: sono numeri impressionanti quelle che riguardano gli asili nido da zero a tre anni in Toscana, letteralmente dimenticati - come quelli del resto d'Italia, dalle linee guida del Dipartimento per le politiche della fanmiglia che ha predisposto le linee guida per i centri estivi dnella fase 2 dell'emergenza Covid. Quindi le strutture non possono accoglierli nè possono soluzioni improvvisate in vista della prossima estate. Eppure anche i piccoli da zero a tre anni hanno sofferto per tre mesi di confinamento e avrebbero bisogno di percorsi educativi e socialità come quelli più grandi, così come le famiglie avrebbero bisogno di strutture a cui poterli affidare in sicurezza dopo i mesi di lockdown.

C'è poi il problema dei posti di lavoro: si parla appunto almeno di cinquemila educatori per i quali non è previsto reddito nè cassa integrazione per almeno Giugno, Luglio e Agosto.

In tutta Italia si stanno svolgendo manifestazioni di protesta come quella che si è svolta ieri a Firenze davanti alla sede della giunta regionale.

Ministero, Regioni e Comuni si stanno mobilitando per trovare soluzioni. Anche perchè, paradossalmente, qualche sostegno economico c'è: il bonus baby sitting, confermato anche dal Decreto Rilancio per i genitori che non possono usufruire del congedo parentale, mette a disposizione delle famiglie 1.200 euro 'spendibili' anche nei centri estivi e soprattutto assolutamente compatibili con il bonus asili nido che, come ha precisato l'Inps, può essere richiesto dai genitori anche per i mesi di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per la pandemia, nidi compresi, se hanno pagato le quote.

La situazione è comunque in evoluzione: la ministra per la famiglia Elena Bonetti sta lavorando alle prescrizioni anti-Covid anche per i più piccoli.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Lavoro