Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:47 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 23 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Dal patto del Nazareno all'elezione di Mattarella, i giorni del Quirinale - Il videoracconto

Attualità domenica 29 maggio 2016 ore 21:25

Voragine, "E' stata una frana di sponda"

Lo spiega il professor Nicola Casagli che segue il monitoraggio dell'area. La frana è analoga a quella di lungarno Soderini del 1965



FIRENZE — Questa l'ipotesi dell'esperto dell'Università di Firenze che da mercoledì scorso monitora l'area interessata dallo sprofondamento di Lungarno Torrigiani.

Secondo Nicola Casagli quella collegata alla voragine sul lungarno è "Una frana di sponda, non di una voragine di sprofondamento: il muro si è deformato in avanti per 1180 metri cubi. Il piano stradale è ceduto verso il basso per 1303 metri cubi". 

"E' franata la sponda - spiega Casagli su Facebook - il materiale scosceso è stato integralmente trattenuto dal muro d'argine che si è molto deformato, ma non è crollato. Probabilmente la frana è stata innescata dalla perdita d'acqua, ma su questo punto ci sono indagini in corso delle autorità competenti". 

Nelle prossime ore dovrebbero arrivare le elaborazioni dei dati radar satellitari che serviranno per capire se sul tratto di lungarno Torrigiani c'erano deformazioni prima dell'evento. 

La frana di pochi giorni fa, secondo lo studioso, è analoga a quella del 1965 su lungarno Soderini che fu provocata da una rottura della tubazione idrica. In quell'evento il muro crollò e ci furono una vittima e alcuni feriti. 

Il professor Casagli poi rassicura sullo stato della spalletta e sui movimenti ‘irregolari’ registrati nei giorni scorsi sulla voragine di lungarno Torrigiani. “Sono movimenti della spalletta dovuti in parte ai lavori in corso nel cantiere, in parte alla pioggia. Parliamo di millimetri - spiega Casagli - Il muro dell’argine è invece completamente fermo”, aggiunge lo studioso.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incendio, sviluppatosi nella tarda mattinata, ha coinvolto un fabbricato e in particolare la copertura. Sul posto i vigili del fuoco
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità