Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:22 METEO:FIRENZE20°33°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 17 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Euro2020, paracadutista sullo stadio prima di Germania-Francia: urta un cavo e rischia finire sulle tribune

Attualità martedì 24 ottobre 2017 ore 16:44

La ragazza di Firenze che suda sangue

Due ricercatori hanno presentato su una rivista scientifica il caso di una ventunenne affetta da ematoidrosi. A tre anni già i primi sintomi



ROMA — E' una condizione molto rara ma già citata nella letteratura scientifica. Stiamo parlando dell'ematoidrosi di cui soffre una ragazza fiorentina di 21 anni il cui caso è stato presentato da due ricercatori dell'Università di Firenze, Roberto Maglie e Marzia Caproni, sulla rivista Canadian Medical Association Journal.

La ragazza suda sangue dal palmo delle mani e dal viso senza avere alcuna lesione e senza alcuna causa scatenante. Quando si è presentata per la prima volta in ospedale con questi sintomi aveva appena tre anni. Durante i periodi di stress, il fenomeno si manifesta in modo più intenso e può durare da due a cinque minuti.

L'ematoidrosi ha portato la giovane a sentirsi psicologicamente fragile e ad isolarsi dagli altri per l'imbarazzo, manifestando sintomi riconducibili alla depressione e al disturbo da panico.

Secondo alcuni libri di testo, l'ematoidrosi non è stata ancora provata scientificamente. In anni recenti altri tre casi sono stati descritti nel 2010 e nel 2013, due dall'Indian Journal of Dermatology e uno dalla rivista di ematologia Blood.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'autista avrebbe perso il controllo del mezzo pubblico che si è schiantato contro la pedana di un ristorante distruggendola completamente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità