QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 14° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 20 febbraio 2020

Attualità sabato 04 gennaio 2020 ore 14:17

Piazze toscane in festa per la Befana

C'è l'imbarazzo della scelta per trascorrere l'Epifania in Toscana tra feste tradizionali e voli tra i monumenti, non mancano le befane sugli sci



FIRENZE — Una festa tradizionale come l'Epifania, che chiude le festività natalizie, trova nella Toscana una piazza accogliente e dalla grande partecipazione tra rassegne storiche, mercatini e feste in piazza.

Befane vestite di ogni stoffa e colore saluteranno i bambini nelle più grandi piazze della regione a partire dal capoluogo per spostarsi dal mare, con spettacolari tuffi, fino in montagna, sulla neve con gli sci.

Ecco alcuni consigli per trascorrere l'Epifanie tra le piazze, le strade e gli scorci caratteristici della Toscana:

Firenze

Per celebrare il giorno dell’Epifania, lunedì 6 gennaio 2020, l’Opera di Santa Maria del Fiore organizza a Firenze la Cavalcata dei Magi. La manifestazione, giunta alla XXIV edizione dell’epoca moderna, si rifà a un’antica tradizione fiorentina del XV secolo, quando a Firenze una compagnia di laici intitolata ai Santi Re Magi, di cui fecero parte i maggiori componenti della famiglia dei Medici, organizzava un fastoso corteo, la “Festa de’ Magi”. Dal 1997, in occasione dei festeggiamenti per i 700 anni della fondazione della Cattedrale, l'Opera di Santa Maria del Fiore ha voluto riprendere quest’antica tradizione organizzando, ogni anno, un solenne corteo di figuranti con in testa i Re Magi a cavallo, in sontuosi abiti di seta ispirati a quelli dell’affresco di Benozzo Gozzoli, che attraversa il centro di Firenze. La manifestazione si svolge, sotto gli auspici dell’Arcidiocesi e del Capitolo del Duomo, con il patrocinio del Comune di Firenze e la partecipazione dei comuni della provincia. Dopo la partenza da Piazza Pitti, alle ore 14.00, il corteo si snoderà lungo le strade del centro (via Guicciardini, Ponte Vecchio, via Por S. Maria, Via Lambertesca, Loggiato degli Uffici, Piazza della Signoria, Via Calzaiuoli) fino ad arrivare in piazza Duomo alle ore 15.00. Dalle ore 14.30 in Piazza Duomo il Coro delle Voci Bianche della Cappella della Cattedrale di Firenze,diretto dal Maestro Michele Manganelli, intratterrà il pubblico con canti natalizi. Dopo l’arrivo di tutto il corteo in Piazza Duomo, il saluto dei figuranti e l’offerta dei doni dei Re Magi a Gesù Bambino nel Presepe vivente. All’intervento di Luca Bagnoli, presidente dell’Opera di Santa Maria del Fiore, seguirà la lettura del Santo Vangelo e il saluto del cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, che parlerà del significato dell’Epifania, accogliendo una rappresentanza dei bambini delle parrocchie della Diocesi fiorentina.

Come ogni anno, la Befana dei Vigili del Fuoco torna a volare in Piazza della Signoria a Firenze nel pomeriggio del 6 gennaio, nell’ambito dell’ormai tradizionale evento dedicato ai bambini di Firenze e a quelli di passaggio in città. Alle 15,45 la Befana darà prova di capacità acrobatiche non indifferenti, calandosi dalla terrazza sopra la Loggia e distribuendo caramelle e dolci ai piccoli spettatori. Nella difficile discesa aerea, l’anziana e magica signora non sarà sola: insieme a lei, per aiutarla, ci saranno cinque valorosi vigili del fuoco. L’impresa, che ha il patrocinio del Comune di Firenze, sarà possibile grazie al supporto logistico delle Gallerie degli Uffizi e all’impegno del personale operativo ed amministrativo della Direzione regionale e del Comando dei Vigili del Fuoco di Firenze insieme all’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco Sezione Firenze. Oltre ad allietare le famiglie, l’evento ha anche un obiettivo sociale: L’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco e l’Unità di Crisi del Mibact raccoglieranno infatti donazioni da destinarsi alla tutela e conservazione del patrimonio storico artistico recentemente danneggiato dal terremoto nel Mugello. Quello di piazza Signoria non sarà l’unico appuntamento fiorentino della Befana, alle ore 10,30 circa, infatti, apparirà all’ospedale pediatrico Meyer: un momento attesissimo da suoi piccoli ospiti, che ogni anno, il 6 gennaio, la vedono atterrare direttamente in reparto. La leggendaria vecchietta distribuirà loro dolci e giocattoli, donati dal personale del Comando Vigili del Fuoco di Firenze, dal Reparto Volo VVF Arezzo e dalla Associazione Nazionale VVF Sez. Firenze.

Grosseto

Il Comitato per la Vita inizia il nuovo anno con una delle iniziative che fa parte della tradizione delle feste a Grosseto, la Befana volante. Il 4 e 5 gennaio verranno offerte le “Calze” dalla simpatica vecchina che scenderà dal cielo, calandosi dal Palazzo della Provincia con l’aiuto dei Vigili del Fuoco, per distribuire dolciumi e caramelle a tutti i bambini in una piazza animata dai canti dei “Briganti di Maremma”, la sfilata del Presepe Vivente, i pony per una passeggiata nel centro storico. Quella 2020 è la prima Befana senza Enrica Tognazzi, presidente storico del Comitato per la Vita, che si è sempre adoperata con passione, entusiasmo ed emozione in eventi di solidarietà per la comunità grossetana con l’obiettivo di raccogliere fondi da destinare alla ricerca nella lotta contro il tumore. Lo scopo primario del Comitato è proprio questo, rendere la vita più dura al tumore, dotando l’ospedale cittadino di strumenti e mezzi adatti. Il tutto contando sul grande cuore della Maremma e dei maremmani, sempre pronti a rispondere alle diverse iniziative benefiche messe in campo. La Befana del Comitato per la Vita quest’anno non solo offrirà le calze piene di caramelle durante una giornata piena di divertimento ed intrattenimenti per i bambini, ma compirà una vera e propria passeggiata lungo le Mura e per il centro storico portando un sorriso e un dolcetto a chi incontrerà sul suo percorso. La manifestazione è stata realizzata dal Comitato per la Vita con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Grosseto, dell’Amministrazione Provinciale, della Pro Loco Città di Grosseto, del Comando dei Vigili del Fuoco di Grosseto, del Comando della Polizia Municipale di Grosseto, dell’Associazione Butteri di Maremma, del presepe vivente della Basilica del Sacro Cuore, delle palestre “Pink Lady” e “Mens Sana”, delle ditte “Galli Edo” e “Aposti”.

Pistoia 

La Befana scenderà dal campanile di piazza del Duomo. In programma anche il baratto dei giocattoli dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18 sotto il loggiato di Palazzo di Giano. Lo spettacolo avrà inizio alle 16.30; la piazza, a partire dalle ore 15, si raggiungerà da via Roma e da Ripa della Comunità. Sul palco, allestito per l'occasione, saliranno Matteo vigile del fuoco-animatore e la Ray Bepi Big Band, formata da una quindicina di musicisti, cui seguirà la discesa della Befana. In attesa dell'arrivo della Befana, sempre lunedì 6 gennaio, sotto il loggiato del Palazzo di Giano dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18 si terrà il baratto dei giocattoli. Ai bambini che hanno consegnato i loro giochi a scuola, le insegnanti hanno dato il coupon da esibire per ricevere un gioco. I bambini che non hanno il tagliandino possono comunque partecipare al baratto portando un gioco usato, in buone condizioni, per scambiarlo direttamente presso la postazione in piazza del Duomo. Il baratto dei giochi, con la collaborazione dei comitati di gestione e dei servizi educativi del Comune di Pistoia, permetterà ai vecchi giochi di cominciare una nuova vita nelle mani di chi li riceverà. 

Mugello

La Befana in Mugello viene in pieno giorno e sul treno a vapore, con l'imperdibile appuntamento a San Piero a Sieve. E sarà protagonista anche a Barberino, dove ad accoglierla ci sarà la funky marchin' band vicchiese con un concerto di solidarietà. A Borgo San Lorenzo, ultimo weekend per la pista di pattinaggio sul ghiaccio. E, ancora, presepi, concerti e mostre.

Barberino di Mugello, Piazza Cavour - dalle 15,30 la Befana con i suoi dolci; a seguire premiazione per il concorso della Mostra dei presepi, coro dei bambini e dalle 17 concerto della Funk Off per il gran finale prima della estrazione della lotteria che chiuderà la giornata. A Scarperia e San Piero, dalle ore 11 arriva alla stazione di San Piero a Sieve la famosa Befana con lo storico "Treno a Vapore"; si ricorda che a tutti i bambini partecipanti saranno distribuiti calze e caramelle. La Pro Loco accoglierà i partecipanti nella Piazzetta dell'Oratorio della Compagnia, con rinfresco e intrattenimento per tutti, fino alla ripartenza del treno alle ore 13,30. In via Provinciale, edizione speciale del mercatino dell'artigianato e svuotacantine "Mercanzie della Befana". Nel pomeriggio dalle ore 14,30 storica tombolata a Villa Adami. A Marradi, Chiesa del Suffragio è visitabile il Presepe meccanico. A Palazzuolo sul Senio per le vie del paese si potranno ammirare i presepi con la possibilità di votare i più belli tramite le apposite schede che si troveranno nei bar e negli esercizi pubblici del paese; le premiazioni avverranno il 6 gennaio. Per l'occasione, apertura straordinaria di E50035, minigalleria di arte contemporanea nella ex edicola del centro storico.

Montagna Toscana

Befana sugli sci anche all'Abetone, dove arriverà alle 21.00 nella Piazza della Val di Luce e a Zeri, dove l'appuntamento è al campo scuola il 6 gennaio, con distribuzione di dolci ai bambini. Sull'Amiata tutti i paesi della montagna ospitano le tradizionali Befanate, tra domenica 5 e lunedì 6 gennaio. In questi giorni non sarà difficile imbattersi in allegre compagnie di cantori e suonatori vestiti con abiti poveri che danno spettacolo, suonando, cantando e ballando i canti della tradizione. Ogni famiglia si prepara a ricevere nella propria abitazione la comitiva, stando al gioco delle battute, che non mancano mai, e ricambiando la visita con un dono che può essere del cibo o una mancia. Nei paesi arriveranno anche i Re Magi, con rappresentazioni storiche, accompagnati dalle tradizionali musiche degli Zampognari. Anche in Garfagnana è molto sentita la tradizione delle Befanate, canti tradizionali di questua collegati al ciclo annuale della vegetazione. Si eseguono in molti paesi della Valle alla vigilia dell’Epifania, a partire dell'imbrunire fino a notte fonda. La sera del 5 gennaio il gruppo dei Befani, ovvero dei cantori, si riunisce in un luogo stabilito per effettuare il giro per il paese. Guidata da uno strumento, la Befana, da sola o con il Befanotto (il suo consorte), si reca davanti alla porta di ciascuna casa accompagnata dai cantori. A differenza di altri luoghi la Befana è qui interpretata da un uomo travestito da donna. Al Casone di Profecchia la Befana arriva sulle piste da sci la sera del 5 gennaio. A Castelnuovo di Garfagnana scenderà dal campanile dalle ore 15.30, mentre alla Stazione FS Poggio (Camporgiano) arriva in treno dalle 16.00.

Lucca

Si partirà domenica 5 gennaio con i “Laboratori della Befana”, laboratori creativi che si svolgeranno, dalle ore 16.00 alle ore 18.00, all’interno del “Fortino delle Favole”, dove i bambini potranno confezionare le tipiche calze della befana e cucinare sfiziosi biscottini. I “Laboratori della Befana” saranno presenti anche lunedì 6 gennaio, giorno in cui avrà luogo la “Parata della Befana”: partendo da piazza Marconi alle ore 15.30, la Befana sfilerà per le vie del centro, accompagnata dalla banda “La Marinara” e dai figuranti della contrada “Il Ponte”, donando a tutti caramelle e dolcetti fino ad arrivare in Piazza Garibaldi. “Come vuole la tradizione – commenta il Vicesindaco e Assessore alla Cultura e al Turismo Graziella Polacci – la nostra befana incontrerà i bambini per le vie del centro che saranno animate grazie anche alla presenza della banda cittadina e della nostra contrada, che ringrazio per l’importante contributo”.

Pisa

Lunedì 6 gennaio torna a Pisa la rievocazione della “Befana del Vigile Urbano e del Vespa club”, una tradizione che risale agli anni ‘50 quando si diffuse l’usanza di recarsi presso le postazioni dei Vigili Urbani, collocate al centro degli incroci nei punti importanti delle città, per portare loro dei doni. Panettoni, pandori, bottiglie di vino, giocattoli, pacchi di pasta erano i doni depositati da semplici cittadini. Questa tradizione aveva un doppio significato: quello di riconoscenza per il lavoro svolto dai Vigili urbani in città e quello della solidarietà verso le persone meno abbienti. Nei giorni successivi, infatti, una parte dei doni ricevuti dalla popolazione veniva devoluta a scopo benefico dai Vigili urbani. Negli anni questa tradizione si è mantenuta, ma si è modificato l’oggetto e lo scopo della manifestazione, indirizzando l’attenzione solo verso il messaggio di solidarietà: tutti i doni ricevuti vengono devoluti dalla Polizia Municipale per aiutare le persone meno fortunate, con particolare attenzione ai bambini ricoverati in ospedale. Gli stessi agenti della Polizia Municipale hanno raccolto fondi da donare a sostegno della ricerca medica. Lunedi 6 gennaio appuntamento dunque sui lungarni di Pisa, in piazza Garibaldi, per festeggiare la Befana, accompagnata da un vigile urbano in divisa storica per ricordare la tradizione degli anni ’50. Sulla classica pedana anni ’50, armato di fischietto, paletta e vecchia uniforme, in piazza Garibaldi dalle 10 alle 11 un vigile urbano dirigerà il traffico manualmente come usava una volta, in compagnia della simpatica vecchietta con la scopa. Ai piedi del vigile urbano collocato sulla pedana saranno raccolti i doni portati dai cittadini da consegnare successivamente ai bambini ricoverati nelle pediatrie degli ospedali di Santa Chiara a Pisa e Stella Maris a Calambrone. Intorno alle 11,30 partirà il corteo di Vespe del Vespa Club di Pisa, scoratati degli agenti della Polizia Municipale in motocicletta. I doni verranno consegnati ai bambini sabato 11 gennaio. 

Lunedì 6 gennaio torna il tradizionale appuntamento del “Tuffo di Befana” a Marina di Pisa. L’appuntamento per tutti i partecipanti è in piazza Sardegna alle ore 11.30 per le iscrizioni cui seguirà il primo bagno dell’anno, cui seguirà l’arrivo della Befana e il tuffo intorno alle ore 12.00. L’iniziativa, giunta alla dodicesima edizione, è promossa da Avis Pisa e Amici del Mare di Livorno, all’interno di “Marenia d’inverno” patrocinata e sostenuta con il contributo del Comune di Pisa. Oltre a Avis Pisa e Amici del mare di Livorno, l’iniziativa è svolta in collaborazione con Croce Rossa Italiana, Pubblica Assistenza Litorale Pisano, AGBALT onlus (Associazione Genitori per la cura e l’assistenza ai bambini affetti da Leucemia o Tumore), Avis Toscana, Vigili del Fuoco, QuasiRadio.it. Ha il contributo di AVR, IPA. Dopo il tuffo, gli organizzatori distribuiranno panettone e cioccolata calda, mentre sono previsti premi per il gruppo più numeroso, per i tuffatori più giovani e meno giovani. Lo scorso anno furono oltre duecento le persone provenienti da tutta la Toscana a tuffarsi.

Siena

Il 6 gennaio torna in piazza del Campo “Volare Oh Oh, A cavallo di una scopa”, un ricco cartellone di eventi gratuiti realizzato dall’amministrazione comunale, in collaborazione con Extempora, e dedicato all’arrivo della vecchietta più amata dai bambini, che andrà avanti dalle ore 14.30 alle ore 18 tra giochi, laboratori creativi e spettacoli. Tante le occasioni di svago grazie alle aree gioco dislocate nella conchiglia. “AAA cercasi befana”, sarà lo spazio in cui poter scattare foto con costumi, gadget e accessori ‘befanosi’. Sarà possibile travestirsi da Befana o Befano per farsi immortalare in questa occasione speciale. Lo spazzacamino ufficiale della Befana inviterà i bambini e le loro famiglie ad entrare nella grande cornice scenografica dei selfie con l’immancabile cappello alla romana. Durante il pomeriggio, inoltre, si potrà affrontare un percorso a ostacoli a cavallo di una vera scopa volante. Sarà una gara contro il tempo da affrontare con la miniscopa, la scopa gigante, la scopabus, la velocissima nimbus 2000 oppure optare per un trasporto di gruppo con lo scopa sharing. Non mancherà il “Gioco dell’Oca” in formato gigante: i bambini si trasformeranno in pedine umane con lo scopo di raggiungere per primi la casella finale, tirando i maxi dadi e rispondendo in modo corretto alle domande che riguardano la vita e le abitudini della nonnina dal naso adunco più famosa della storia. All’interno del Cortile del Podestà di Palazzo Pubblico si terrà “Cosa bolle nel Calderone?”, uno spazio nel quale i bambini potranno entrare per ascoltare gli aneddoti che il gatto nero, amico fidato e portafortuna della Befana, avrà da raccontare tra gag, sorprese e giochi d’ingegno. Ma attenti ai folletti di Babbo Natale sempre pronti a fare dispetti e scherzetti. In Piazza del Campo verranno inoltre allestiti i “BefanArt”, laboratori creativi per chiunque si senta un artigiano con le idee più colorate per inventarsi qualsiasi cosa con colla, forbici, cartoncino, stoffe, a disposizione dei bambini, per giocare con le forme e i colori. 

Ad animare e far divertire grandi e piccini anche gli spettacoli di strada davanti alla Fonte Gaia. “Pop Corn Break” (ore 15) racconta la storia di un venditore di popcorn stanco del suo lavoro che sogna di essere il regista di un’opera. Così i bicchieri prendono vita e si trasformano in oggetti di giocoleria, tra le mani di questo simpatico personaggio che andrà in cerca degli attori tra il pubblico, chiamato a partecipare a questa storia dal finale inaspettato. In “Ops!” (ore 16.30) è Katrina la protagonista dello spettacolo: un personaggio assurdo e clownesco fuori dal tempo. Una signora dall'aria severa e precisa si trova ad affrontare mille difficoltà con gli oggetti che la circondano e che sfuggono il suo controllo. Così si snoda uno spettacolo dalle atmosfere poetiche arricchito dalla comicità e dal coinvolgimento del pubblico, tipico dell'arte di strada. In contemporanea ad animare la piazza ci sarà anche il Comando dei Vigili del Fuoco di Siena con “Aspettando la Befana con i Vigili del Fuoco” che avrà il suo apice intorno alle 17.30 con la discesa della vecchietta dal Palazzo Comunale, e il lancio di caramelle e cioccolatini ai bambini. Una consuetudine resa ancora più spettacolare dall’accensione dei fari dei Vigili del Fuoco che accompagnano la discesa della Befana. In occasione della manifestazione sarà possibile anche acquistare il calendario dei Vigili del Fuoco e compiere una buona azione: il ricavato andrà infatti Centro Immunoterapia oncologica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Siena. Gli appuntamenti della 6 gennaio fanno parte del programma di “Natale a Siena” organizzato dal Comune in collaborazione con Camera di Commercio Arezzo-Siena, Estra Spa, Etruria Retail e con il contributo di Banca Monte dei Paschi di Siena.



Tag

Giù le Vele di Scampia, ecco cosa resta del supermercato della droga più importante d'Europa

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità