Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:11 METEO:FIRENZE14°20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 30 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Fiume di fango sfiora le case: a Formia frana la montagna dopo il nubifragio

Cronaca mercoledì 10 maggio 2017 ore 12:00

Preso in Olanda l'evaso che mancava all'appello

Costel Bordeianu, 28 anni, insieme ad altri due connazionali era fuggito calandosi con le lenzuola da Sollicciano. E' stato nuovamente arrestato



FIRENZE — Mancava soltanto lui, Costel Bordeianu il re delle spaccate, protagonista insieme a due connazionali della fuga dal carcere di Sollicciano, il 20 febbraio scorso quando evase con due connazionali calandosi con delle lenzuola.

Gli altri due erano stati già presi: Danut Ciocan era stato beccato in Svizzera, mentre Costantin Catalin Donciu, si era costituito.

Bordeianu è stato rintracciato ad Amsterdam in Olanda e arrestato su mandato europeo in collaborazione con l’Interpol. Era stato arrestato dai carabinieri di Lucca per vari reati contro il patrimonio, furti con scasso in negozi e ditte.

La banda aveva perpetrato colpi in tutta la Toscana: ad Altopascio, Pietrasanta, San Miniato, Colle Val d’Elsa, Buggiano, Scandicci, Montelupo Fiorentino, Bientina, Agliana, San Giovanni Valdarno, Empoli, Montecatini Terme, Barberino Val d’Elsa, Pontassieve, Campi Bisenzio, Firenze, Siena, Prato.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Oggi l’abbraccio commosso dei poliziotti fiorentini, il saluto alla città che per tanti anni ha servito in prima linea, con grande professionalità
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità