comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:20 METEO:FIRENZE-0°7°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 17 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'usura al tempo del Covid: così le mafie stanno soffocando l'economia | Roberto Saviano

Attualità venerdì 06 novembre 2020 ore 12:04

Tassisti toscani a Roma per lo sciopero nazionale

Protesta a Roma

Manifestazione di protesta a Roma per la categoria davanti ai ministeri delle Finanze e dei trasporti per chiedere aiuti contro la crisi Covid



ROMA — Taxi fermi per lo sciopero nazionale con astensione dal lavoro dalle 8 alle 22, è questa la protesta organizzata dalle sigle Ugl taxi, Federtaxi Cisal, Tam, Satam, Claai, Unimpresa, Usb taxi, Uritaxi, Uti, Or.S.A taxi, Ati Taxi e Associazione Tutela Legale Taxi. I tassisti di tutta Italia si sono ritrovati a Roma davanti ai ministeri delle Finanze e dei Trasporti, tra loro anche una rappresentanza toscana con 50 tassisti partiti questa mattina da Firenze.

Presidi sono previsti anche nelle città italiane, a Firenze i tassisti si sono ritrovati davanti alla prefettura.

"La pandemia in atto ha investito in modo drammatico il nostro comparto: da un lato il crollo sostanziale dei flussi turistici ha notevolmente ridotto la domanda di utilizzo dei nostri mezzi, dall'altro la continua incentivazione e l'affermarsi dello smart working, ha impattato negativamente sugli spostamenti di tipo lavorativo, facendo così vivere al settore una doppia crisi. Siamo in ginocchio e abbiamo necessità che anche agli operatori del nostro comparto venga riconosciuto un giusto ristoro di natura economica e che si trovino forme di incentivazione all'uso del servizio taxi" è quanto i sindacati hanno affidato ad una nota. 

Claudio Giudici, tassista fiorentino e presidente nazionale di Uritaxi ha aggiunto "Dopo lunghissimi 8 mesi in cui ci siamo visti “sostenere” dallo Stato con la misera cifra di 275 euro al mese, mentre siamo a chiederci come poter affrontare le scadenze fiscali e previdenziali, mentre guardiamo assommarsi sul tavolo di casa bollettini vari, mentre siamo a lottare con banche e finanziarie per la sospensione di impegni che il Governo non ha avuto la forza di bloccare per atto d’autorità, mentre attendiamo da quasi due anni che venga data attuazione alla parte della nuova normativa per il contrasto all’abusivismo, mentre dobbiamo accettare nuove folli regole che legalizzano la circolazione non sicura per biciclette e giocattoli vari che sistematicamente incrociamo durante il nostro servizio".



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità