Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:FIRENZE10°18°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, il bombardamento del palazzo della sede dell'Ap e di Al Jazeera

Attualità venerdì 19 marzo 2021 ore 09:00

Spostarsi in città, Firenze promossa con riserva

I dati della "Pagella della Città": buona l’estensione di strade a 30 all’ora, offerta di mezzi pubblici, tasso di motorizzazione, male inquinamento



FIRENZE — Firenze promossa alla prova sulla mobilità cittadina, ma con riserva: resta troppo alto il livello di inquinamento della città, ed appena sufficiente l’implementazione di piste ciclabili nel 2020. Buona, invece, la rete di strade a “30 all’ora” e la limitazione della velocità sulle strade urbane, presente prevalentemente nel centro storico di Firenze.

Ai dati positivi si aggiunge il recente blocco degli Euro 4 diesel e il successo delle nuove linee tramviarie. Questi i dati più rilevanti emersi dalla “Pagella della Città” redatta da Legambiente nell’ambito della campagna Clean Cities, e consegnata simbolicamente oggi al Comune di Firenze.

Questa mattina, la Pagella della Città di Firenze, una sintesi delle performance locali sui principali indicatori urbani relativi a ciclabilità, mobilità elettrica, sicurezza e inquinamento atmosferico, è stata presentata in conferenza stampa alla presenza di Cecilia Del Re, assessora all'Ambiente e Urbanistica del Comune di Firenze e Renzo Pampaloni, presidente Commissione Territorio & infrastrutture del Comune di Firenze.

Gli indicatori di stato della città di Firenze rimangono critici: alti i costi sanitari e sociali legati all’inquinamento, che aggravano l’emergenza sanitaria in corso. Le centraline di Firenze hanno superato il valore limite indicati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 40% dei casi nel corso degli ultimi 5 anni, sforando il nuovo valore limite OMS per il PM10 (20 μg/mc) anche nel 2020, anno in cui gli spostamenti si sono ridotti. Sono inoltre 2891 i feriti sulle strade dovuti all’elevata incidentalità in ambiente urbano, circa 8 feriti ogni mille abitanti all’anno. Il tasso di motorizzazione automobilistica cittadino, con 53 auto su 100 abitanti, è più basso rispetto alla media nazionale (oltre 65 automobili su 100 abitanti) ma ancora troppo altro rispetto alle principali città europee.

“Nella nostra regione, una polarità urbana come Firenze non può che giocare un ruolo di avanguardia in termini di innovazione, di efficienza e di credibilità nelle misure verso Smart City”, dichiara Fausto Ferruzza, Presidente di Legambiente Toscana.

Dati positivi arrivano dalla rete di strade a 20 e 30 all’ora, complessivamente di 135 km, che limita la velocità delle strade urbane e del centro storico. Buona l’offerta dei mezzi pubblici, che copre il 30% della città, alta rispetto ad altre città italiane, ma ancora al di sotto dell’offerta delle città europee e delle necessità di una città ad alta densità abitativa in centro. Bassa l’offerta di servizi di sharing mobility, anche se emerge una rapida crescita e-bike, scooter elettrici, ed è atteso il rilancio del car sharing per la seconda metà 2021. Critica l’estensione di piste ciclabili, di soli 66,3 km nel 2019, a fronte dei 150 km previsti dagli obiettivi 2030, e appena sufficiente l’implementazione di percorsi ciclabili nel 2020 con soli 9,6 km.

Ottimo segnale, infine, il divieto di circolazione per le auto diesel Euro 4, con la prospettiva futura di una limitazione estesa a tutta l’area urbana (c.d. “Scudo Verde”) e l’implementazione della rete tramviaria della città.

“Le nostre città sono infatti il primo banco di prova su cui “testare” le nostre risposte alla crisi climatica, e la mobilità è uno degli aspetti cruciali anche per la qualità della vita nei centri urbani” aggiunge Lorenzo Cecchi, Presidente di Legambiente Firenze.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente si è verificato in via Carlo del Prete. La donna, 80 anni, è stata investita da un'auto guidata da un signore di 88 anni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità