comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 22°28° 
Domani 21°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 20 settembre 2020
corriere tv
Presidente di seggio positiva a Potenza, scuola sotto sanificazione

Imprese & Professioni venerdì 26 giugno 2015 ore 16:19

Simone Vannuzzi To Be Think and Wear

Simone vannuzzi, lo stilista fiorentino fondatore del marchio fashion To Be Think and Wear, ci aiuta a fare il punto sulla moda in Toscana.



TOSCANA — Quando gli stilisti decidono di estendere alle mille declinazioni proprie della moda il proprio marchio, shooting, accessori, etc, è il momento che il brand stesso diventa cult. Questo fenomeno, infatti, inizialmente è stato un fenomeno prettamente italiano, e solo successivamente viene copiato anche all’estero.

Facciamo il punto sulla moda italiana con Simone Vannuzzi stilista fiorentino ideatore e del brand To Be Think and Wear.

"Il mercato si allarga ulteriormente e diventa globale e la moda viene utilizzata per lanciare qualsiasi prodotto, dall’automobile al televisore. Attualmente la moda italiana è uno dei settori dell’export più in salute e i tassi di crescita maggiori sono stati riscontrati in Cina e in Russia.

Il Made in Italy, quello che anche i giovani stilisti perseguono, come il mio brand, esclusivamente Made in Italy, è sicuramente il frutto di una lunga e proficua cooperazione tra cultura, arte, artigianato, abilità manifatturiera, territorio e memorie storiche, riuscendo a costruire, nel corso degli anni, la più importante filiera d’occidente, e per quanto i Cinesi cerchino di copiarla facendo una spietata concorrenza, non riusciranno a raggiungere i suoi stessi obiettivi.
Il successo di Simone Vannuzzi è dovuto soprattutto alla capacità di poter creare i propri tessuti, le proprie stampe, di poter avere degli accessori in linea con lo stile della collezione, e questo proprio grazie al fatto che dal filato alla tessitura, dalla tintura al taglio, alla confezione, e a tutto il mondo degli accessori, il prodotto è tutto Made in Italy.

Quindi, sebbene il modello italiano ormai sia diventato riproducibile è anche vero che il nostro sistema ha qualcosa di inimitabile: il connubio tra creatività e tecnologia che gli altri mercati non posseggono e che fanno sì che l’italian style sia diventato nel mondo sinonimo di fashion and luxury.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità