QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 17°17° 
Domani 13°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 24 ottobre 2019

Lavoro domenica 31 marzo 2019 ore 14:37

Vertenza Cavalli, sciopero dei lavoratori

Sciopero e presidio dei lavoratori della maison Roberto Cavalli a Firenze in occasione dell’incontro sulla vertenza all’Unità di crisi della Regione



SESTO FIORENTINO — Nel giorno dell'incontro in regione sulla vertenza Cavalli, gli operai scendono in piazza con uno sciopero e un presidio in piazza Unità d'Italia a Firenze. 

Sono i sindacati Filtem Cgil e Femca Cisl, insieme alla Rsu, con una nota stampa a denunciare la grave situazione di incertezza della Roberto Cavalli "dovuta alla prematura decisione della Italmobiliare S.p.a , nella persona di Carlo Pesenti, in qualità di Consigliere Delegato e Direttore Generale, cui fa capo il fondo Clessidra, di disimpegnarsi dall’investimento e di presentare una richiesta di pre-concordato per l’azienda. Questo nonostante le trattative in corso per la vendita al gruppo americano Blue Star Alliance".

Secondo i sindacati "la conseguenza di tale procedura, la cui apertura è prevista per il 1° aprile, oltre ad avere gravi ripercussioni sul piano di sviluppo che l’azienda intende intraprendere, potrebbe aprire la possibilità di consegnare agli ammortizzatori sociali l’immediato futuro dei lavoratori e lavoratrici del sito, senza alcuna garanzia di continuità per il futuro".

La richiesta è quindi quella "di scongiurare non solo il rischio di una cassa integrazione ma anche tutte le conseguenze che questa possa comportare: non saranno infatti accettate soluzioni che comportino decurtazioni salariali anche minime dei lavoratori e delle lavoratrici". 

"Chiediamo, quindi, che chi in questi giorni sta decidendo del futuro di oltre 270 famiglie, sia consapevole del fatto che la gestione ed il futuro di un’impresa devono necessariamente passare attraverso il buon senso ed un comportamento eticamente corretto nei confronti dei lavoratori che per anni hanno lavorato per un marchio storico del made in Florence, apprezzato nel mondo ancora da tante donne", conclude la nota.



Tag

Manovra, Fioramonti: "Sono preoccupato, risorse per la scuola sembrano poche"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Cronaca

Attualità