Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:23 METEO:FIRENZE16°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 01 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Amadeus: «Avremo degli applausi finti ma immagineremo che siano del pubblico a casa»

Attualità lunedì 18 gennaio 2021 ore 19:30

"Sarà il Comune di Firenze a restaurare lo stadio"

Un investimento minimo di 100 milioni di euro per restaurare l'impianto sportivo di Pier Luigi Nervi, è quanto annunciato dal sindaco di Firenze



FIRENZE — Sarà l'amministrazione comunale a farsi carico della ristrutturazione dello stadio Artemio Franchi di Firenze tramite un bando internazionale di progettazione con un investimento minimo di 100 milioni di euro, la decisione è stata annunciata dal sindaco Dario Nardella.

Il primo cittadino ha annunciato un concorso internazionale di progettazione per l'impianto di Campo di Marte.

La decisione è arrivata dopo il progetto di trasformazione dell’area Mercafir andato a vuoto e dopo le parole del Mibact sulla salvaguardia dell'impianto disegnato da Pier Luigi Nervi nonostante la nuova legge "Salva Stadi" che aveva l'obiettivo di attrarre l'investimento privato del patron della Fiorentina.

Il presidente della Commissione urbanistica Fabio Giorgetti ha commentato "è la soluzione migliore" ed ha aggiunto "Valuto positivamente l’immediato inizio dei lavori al fine di provvedere ai lavori di ripristino delle condizioni di staticità e antisismicità dell’impianto ed in special modo l’impegno, anche considerato il grande sforzo finanziario da parte del Comune di Firenze, a non toccare gli stanziamenti annuali nel bilancio riguardanti le società sportive, vero cuore pulsante dello sport cittadino e di base, imprescindibile dello sport professionistico”. 

L'Ordine degli Architetti ha commentato “Apprezziamo e condividiamo la scelta. Abbiamo sempre sostenuto che questa potesse essere la strada migliore da percorrere per portare Firenze ad avere uno stadio unico al mondo, unendo la valorizzazione della parte monumentale dell'opera di Nervi all'inserimento di segni contemporanei, per un intervento di grande suggestione. Grazie al concorso di progettazione, una sana competizione fra le migliori intelligenze potrà portare ad avere i risultati più interessanti per lo stadio e per la città. Riteniamo che il percorso di progettazione sarà caratterizzato anche dalla pianificazione urbanistica dell'intera area del Campo di Marte, integrando il restauro dello stadio con la rifunzionalizzazione delle aree che saranno libere in seguito all'apertura del nuovo centro sportivo di Bagno a Ripoli, le nuove infrastrutture della tramvia e le opere per l'organizzazione della viabilità e della sosta, anche in considerazione dell'imminente definizione del Piano Operativo”.

Il presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Firenze, Giancarlo Fianchisti ha commentato “Accogliamo con piacere e sollievo la scelta annunciata dal sindaco Nardella sul nuovo stadio Franchi. Noi siamo pronti a dare il nostro contributo progettuale appena saranno disponibili tutti i dati e le informazioni necessarie. Lo riteniamo fondamentale per lo sviluppo del territorio. Riteniamo altrettanto importante, come più volte ribadito, creare un progetto integrato di riqualificazione dell’intera area, che sia adeguata ai flussi e alla finalità sia sportive che commerciali e garantisca la qualità della vita dei residenti in un’ottica di sostenibilità ambientale e salvaguardia della tenuta sociale”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità