QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 16°21° 
Domani 15°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 19 settembre 2018

Lavoro mercoledì 20 giugno 2018 ore 17:23

Licenziato con un sms, va comunque al lavoro

Il lavoratore è stato scortato dai sindacati a ritirare i suoi effetti personali. Filcams Cgil sul piede di guerra contro la Elident



"La Elident di Osmannoro ha licenziato un lavoratore con un sms. Non è la prima volta che un datore di lavoro licenzia con un sms ma ogni volta questa azione grida vendetta. Una volta c’era il licenziamento ad nutum, con un cenno del capo, ma da allora in tema di diritti si sono fatti passi avanti. Un sms che ti comunica il tuo licenziamento è peggiore di un cenno di capo, almeno in quel caso vedevi in faccia che lo faceva". Con queste parole la Filcams Cgil rende nota in un comunicato la vicenda di Simone Rasero, 30 anni. Il giovane, licenziato, appunto, con un sms, si è comunque presentato al lavoro ma ha ottenuto soltanto di poter andare a ritirare i suoi effetti personali, scortato dai rappresentanti sindacali.

"Filcams Cgil è infuriata per il fatto in sé e per l’umiliazione inferta al giovane lavoratore cui è stato negato l’ingresso nel luogo dove solo poche ore prima prestava la propria opera - si legge nella nota della Filcams Cgil - Simone Rasero, 30 anni, aveva tutto il diritto di sapere il perché del suo licenziamento e di leggerlo su una raccomandata, per questo ha fatto bene a presentarsi regolarmente al lavoro il giorno dopo l’arrivo del messaggino. E’ stato accolto dai rappresentanti sindacali ma ‘cacciato’ dall’azienda".

La Elident ha 20 dipendenti e avrebbe giustificato il licenziamento, a detta della Filcams, con la necessità di procedere con la riorganizzazione aziedale. 

"E’ stato preso un capannone più grosso e molto probabilmente, al momento del trasferimento, occorrerà più personale - commentano Umberto Marchi e Giovanni Vangi della Filcams - Siamo curiosi di sapere le spiegazioni che ci verranno fornite, perché noi, questo ragazzo lo sosterremo fino in fondo".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca