Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 28 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Mattarella: «Il vaccino è un dovere morale e civico»

Attualità sabato 12 settembre 2015 ore 19:32

Inauguarata la scuola "verde"

Taglio del nastro per la nuova primaria del Quartiere 4, la Italo Calvino, un cantiere durato un anno dal costo di cinque milioni di euro



FIRENZE — Una scuola ‘verde’ completamente realizzata secondo i criteri della bioedilizia. E’ la nuova primaria Italo Calvino nel Quartiere 4, zona Isolotto-Argingrosso, che è stata inaugurata stamani dal sindaco Dario Nardella, dalla vicesindaca Cristina Giachi, dal presidente del quartiere 4 Mirko Dormentoni e dalla dirigente scolastica Daniela Seclì.

Presenti anche numerosi bambini con le loro famiglie. Il progetto, curato dalla direzione servizi tecnici del Comune, prevede un edificio ad alta efficienza energetica con una struttura portante in legno per solai e pareti verticali (che sono ad alta prestazione termica), isolamenti termoacustici in fibre di legno, infissi a taglio termico con vetrocamera. Il nuovo edificio scolastico è grande circa 3500 metri quadrati e alto due piani, con 12 aule, 9 laboratori, sala lettura, auditorium, palestra. Il costo è stato di oltre 5 milioni e 200 mila euro.

“Una scuola costruita a tempo di record, come vorremmo sempre vedere in tutto il paese – ha sottolineato il sindaco Dario Nardella – e questo grazie al contributo di tutti, dal Comune agli insegnanti, dalle ditte agli operai. E’ questo il modo migliore per inaugurare l’anno scolastico. Non possiamo dare in pasto ai nostri figli solo polemiche e scontri ideologici ma una comunità basata sulla collaborazione e la cultura contro un individualismo spietato”. “La scuola Calvino – ha aggiunto - è un edificio moderno realizzato a regola d’arte. Ma quel che conta davvero è chi la scuola la vive ogni giorno. La conoscenza è il più forte strumento di libertà”.

“Questo – ha affermato la vicesindaca Giachi – è stato il cantiere di bioedilizia più grande d’Italia, realizzato in tempi rapidissimi, solo 11 mesi di lavori effettivi, in tempo per l’apertura del nuovo anno scolastico. L’amministrazione ringrazia tutti coloro che hanno lavorato alla buona riuscita di questo importante progetto, a partire dal premier Matteo Renzi e dalla senatrice Rosa Maria Di Giorgi che per primi l’hanno pensato e inserito tra le priorità. Voglio ringraziare la mia direzione, il dipartimento istruzione, la direzione servizi tecnici e tutti coloro che hanno reso possibile l'apertura della scuola”.

“Oggi è una grande festa per il nostro quartiere, lo dimostra il popolo che ha partecipato all'inaugurazione – ha detto il presidente Dormentoni -. Siamo orgogliosi di poter offrire ai nostri bambini una scuola all'avanguardia per il risparmio energetico, comoda e bella da vivere ogni giorno. Un messaggio educativo e culturale e una base concreta per costruire al meglio il futuro”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'anziana signora ha chiamato la centrale operativa dicendosi sola in casa, così una pattuglia è andata a trovarla e hanno fatto merenda insieme
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità