comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:29 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 26 novembre 2020
corriere tv
Morto Maradona, quando si raccontò a Kusturica: «La droga? Immaginati che giocatore sarei stato senza cocaina»

Attualità venerdì 06 gennaio 2017 ore 17:05

La cavalcata dei re Magi

Servizio di Serena Margheri

Il lungo corteo è partito da piazza Pitti per arrivare in piazza Duomo. In migliaia hanno assistito alla rievocazione storica con oltre 700 figuranti



FIRENZE — Lo spettacolo della cavalcata dei Magi si è rinnovato anche quest'anno per la gioia di fiorentini e turisti. Un lungo corteo con gli abiti d'epoca è partito da piazza Pitti per attraversare il centro storico, passando per Ponte Vecchio, gli Uffizi, Piazza della Signoria per arrivare in piazza del Duomo.  

La cavalcata dei Magi si ispira a un’antica e gloriosa tradizione fiorentina del Seicento quando a Firenze una compagnia di laici intitolata ai Santi Re Magi organizzava un fastoso corteo detto “Festa de’ Magi”.

Della compagnia fecero parte i maggiori componenti della famiglia dei Medici e per questo, quando furono cacciati da Firenze nel 1494, la sfilata fu soppressa. In seguito la Cavalcata dei Magi subì varie trasformazioni, perdendo progressivamente il suo carattere religioso fino a estinguersi.

Recuperata dall’Opera di Santa Maria del Fiore in occasione dei festeggiamenti per i 700 anni dalla posa della prima pietra della cattedrale di Santa Maria del Fiore e della fondazione dell’Opera stessa, la manifestazione, giunta alla 19ma edizione dell'epoca moderna, è stata realizzata in collaborazione con il Comune di Firenze e la partecipazione dei Comuni della provincia.

Il solenne corteo, composto da circa 700 figuranti, con i Re Magi a cavallo in sontuosi abiti di seta ispirati a quelli dell’affresco di Benozzo Gozzoli, è partito da piazza Pitti. Per il quinto anno consecutivo, hanno sfilato con i loro abiti tradizionali anche i rappresentanti di alcune comunità etniche presenti a Firenze come il Perù. Presenti alla manifestazione il cardinale Giuseppe Betori e per l'Opera del Duomo Timothy Verdon, direttore del Museo.

La “Cavalcata dei Magi” originariamente si teneva con periodicità triennale e dal 1447 ogni cinque anni.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità