comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 21°32° 
Domani 25°34° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 05 luglio 2020
corriere tv
Funerali Elena e Diego, la mamma: «Andrà tutto bene nonostante il male che vi è stato inferto»

Attualità mercoledì 16 settembre 2015 ore 10:56

"Guanti rosa" contro i tumori al seno

Un video dove i protagonisti sono i guanti in lattice rosa indossati dalle donne con un tumore al seno e da medici, infermieri e operatori sanitari



FIRENZE — Guanti di lattice color rosa che vengono anche suonati come fossero una tromba, usati come di burattini, ricoperti di smalto sulle unghie che, ovviamente, non si vedono, gonfiati emulando una mongolfiera, portati in cielo sull’elicottero del 118. 

Una storia iniziata nel 2009 a Portland nell’Oregon, dove 200 persone dell’ospedale “Providence St. Vincent Medical Center” si sono messe a ballare sulle note di una canzone di Jay Sean, “Down”, facendosi riprendere da una telecamera ed il video è finito su YouTube, rimbalzando da lì su migliaia di altri canali grazie alla spinta virale.

The Pink Glove Dance è diventata così l’immagine di una campagna contro il tumore al seno che ha coinvolto in giro per il mondo centinaia di migliaia di persone.

Due anni dopo la competizione è sbarcata in Europa e adesso la Breast Unit di Ponte a Niccheri diretta dalla dottoressa Francesca Martella ha deciso di partecipare al concorso giunto alla sua terza edizione.

"L’idea di fondo del video – dice la dottoressa Martella – riporta in primis alla leggerezza dello scherzo, al gioco che libera e consola, che esplora vie nuove di pensiero e di azione, che recupera spazi di benessere a lungo trascurati. Questo apparente aspetto di divertimento e levità è importantissimo, sia per i pazienti che per gli stessi operatori, tutti insieme diretti verso un obiettivo comune: migliorare la qualità della vita a tutti i livelli".

Alla realizzazione del video hanno quindi partecipato i professionisti e numerose donne affette da tumore mammario in cura presso quella struttura. "Hanno inoltre risposto prontamente alla nostra richiesta – aggiunge la dottoressa Martella – gli operatori dell'elisoccorso, l'interprete del linguaggio dei segni che collabora da anni nell'assistenza alle donne sordomute affette da tumore alla mammella, e la volontaria che partecipa alla realizzazione del progetto di integrazione con gli stranieri".

Ora il video è all’attenzione della giuria del premio e al momento opportuno verrà divulgato nel sito dell’Azienda sanitaria di Firenze.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca