Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:15 METEO:FIRENZE14°26°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 23 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Giacomo Sartori, continuano le ricerche del 29enne scomparso: il video postato dalla famiglia su Fb

Attualità lunedì 08 giugno 2020 ore 17:54

Vigili per sorvegliare la Movida, 9 zone a rischio

Il sindaco Dario Nardella ha illustrato un piano di riorganizzazione della polizia municipale per controllare i locali della vita notturna



FIRENZE — Vigili di quartiere per sorvegliare la Movida, il sindaco Dario Nardella ha annunciato la riorganizzazione dei turni di servizio per il pattugliamento di 9 zone a rischio.

"Nella nostra rioccupazione degli spazi pubblici che per mesi abbiamo lasciato vuoti, dobbiamo garantire ancora di più quel senso di sicurezza e controllo necessari per operare e vivere" ha detto il primo cittadino che ha riferito nel Salone dei Cinquecento sugli effetti del coronavirus nella città di Firenze. "Concordo con il sindaco Sala, la Movida è un problema di tutte le città. Domani avremo un confronto con la ministra Larmorgese ed i sindaci della Città Metropolitana per discutere di questo ed altri temi" ha annunciato Nardella.

"Siamo arrivati proprio in questi giorni alla riprogrammazione del servizio dei nostri vigili di quartiere. L’obiettivo è di garantire ancor di più la presenza diffusa sul territorio di pattuglie appiedate della polizia municipale con funzione di presidio e di prevenzione. Abbiamo suddiviso il territorio comunale in zone, dove il personale del reparto della polizia di prossimità sarà maggiormente concentrato, così da produrre un cambiamento efficace". 

Ecco le 9 zone individuate come prioritarie: "Stazione-San Lorenzo, Santa Croce-S Ambrogio, Piazza Tasso-Carmine, Piazza Puccini-San Jacopino, Parco e centro commerciale San Donato-Novoli, Brozzi-Piagge, Gioberti-Bellariva, Gavinana-Bandino e Isolotto".

Nardella ha spiegato che "Ogni 15 giorni, anche seguendo le fondamentali indicazioni dei Presidenti di quartiere, verrà riprogrammata la suddivisione del territorio e l’intensità della presenza della polizia di prossimità su ogni zona. Si tratta come detto dell’evoluzione dei nostri vigili di quartiere, per rendere ancora più efficiente il servizio e soprattutto più visibile la presenza sul territorio".

Intanto Palazzo Vecchio ha già ricevuto più di 200 domande per sedie e tavolini all’aperto "Molte di queste domande sono semplici comunicazioni di inizio occupazione vista la modalità semplificata che abbiamo introdotto - ha detto Nardella che ha aggiunto - siamo al lavoro per definire l’autorizzazione dei progetti speciali di pedonalizzazione di strade e piazze che coinvolgono oltre ai ristoratori, i commercianti e gli artigiani".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Mattinate infernali per gli automobilisti che attraversano i viali tra la Fortezza da Basso, Ponte Rosso e Campo di Marte a causa dei cantieri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

STOP DEGRADO