QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 18°34° 
Domani 18°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 21 agosto 2019

Attualità martedì 02 luglio 2019 ore 18:45

Un sindaco nazionale, Nardella sulle orme di Renzi

Il primo cittadino dal piazzale Michelangelo conferma la disponibilità a ricoprire un ruolo nazionale all'interno di una coalizione democratica



FIRENZE — Torna sui temi nazionali Dario Nardella e dopo l'appello lanciato sulla vicenda Sea Watch, si occupa del Partito Democratico. Il sindaco di Firenze rispondendo ad un talk curato da Controradio al piazzale Michelangelo ha confermato la disponibilità a ricoprire un ruolo nazionale all'interno del partito. Si è detto "impegnato a cambiare Firenze" ma sarebbe pronto anche a conciliare gli impegni locale e nazionale, come ha fatto il suo predecessore che da Palazzo Vecchio è arrivato a guidare il Partito Democratico ed è salito a Palazzo Chigi.

Nardella avrebbe già una visione strategica: testa bassa sulle elezioni regionali e poi lo scontro politico con l'attuale coalizione Lega - Movimento 5 Stelle alla quale contrapporre un fronte unitario democratico. 

L'ipotesi di ascesa nazionale, nata a pochi minuti dall'esito del voto amministrativo con quel 57% dei consensi raccolto a Firenze, si rafforza e diventa una sponda ai vertici del PD che possono contare sul primo cittadino, già referente per le Città Metropolitane.
Per Nardella sarebbe un ritorno in campo dopo il lavoro svolto al fianco dell'ex premier Matteo Renzi al fianco del quale era entrato alla Camera dei Deputati per poi allontanarsi da Montecitorio per accettare la sua prima candidatura a Palazzo Vecchio.

Proprio la recente campagna elettorale fiorentina ha visto il sindaco ricevere a Firenze il segretario del PD, Nicola Zingaretti e successivamente Paolo Gentiloni, ex presidente del Consiglio dei Ministri e presidente del Partito Democratico, con entrambi ha usato la frase "Come diceva Giorgio La Pira, gli amministratori locali devono cambiare una lampadina e devono occuparsi della pace del mondo". Poche ore prima di dichiarare la disponibilità al PD, Nardella ha presentato ai fiorentini il nuovo piano di illuminazione delle periferie. I tempi tornerebbero.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità