Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:04 METEO:FIRENZE20°33°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 14 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video messaggio di Mihajlovic al tifoso aggredito a Crotone: «Svegliati presto, così verrai a trovarci»

Attualità venerdì 29 dicembre 2017 ore 16:20

Un pranzo per il dialogo tra le religioni

Quindici rappresentanti delle diverse comunità religiose a tavola con il sindaco Dario Nardella nella sala di Lorenzo a Palazzo Vecchio



FIRENZE — La tradizione del pranzo interreligioso di fine anno è stata rispettata. A Palazzo Vecchio sono arrivati i rappresentanti dei diversi culti presenti in città per un pranzo attorno allo stesso tavolo: “Anche quest’anno ci siamo ritrovati a Palazzo Vecchio, nel palazzo dei fiorentini, con i rappresentanti di alcune delle comunità religiose cittadine per immaginare insieme il futuro, i progetti di convivenza, pace e dialogo perché questa è la missione della nostra città, è la storia di Firenze, una città aperta, che mette il dialogo prima di ogni cosa e ripudia la violenza”, ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella. 

Al tavolo erano presenti l’arcivescovo di Firenze cardinale Giuseppe Betori, l’imam Izzeddin Elzir, il rabbino Amedeo Spagnoletto, la pastora della Chiesa Evangelica Valdese Letizia Tomassone, il pastore della Chiesa Apostolica Italiana Ignazio Caserta, il pastore della Chiesa Evangelica Apostolica Italiana Mario Affuso, Maria Teresa Vogel della Comunità Bahà’i, il reverendo William Lister Chaplain della Chiesa Anglicana di St. Mark’s, padre Nicola Papadopoulos della Chiesa Ortodossa Greca, il pastore Filippo Alma (Istituto Avventista Villa Aurora), Eliseo Longo della Chiesa Evangelica dei Fratelli, il pastore Carmine Bianchi della Chiesa Evangelica Battista, il pastore Ionut Coman della Chiesa Ortodossa Rumena, il pastore Friedemann Glaser della Comunità Evangelica Luterana, Niccolò Ugolini dell’Istituto Buddista Italiano.

“L’appuntamento di oggi è l’occasione per scambiarci gli auguri, fare i propositi per il nuovo anno e rinnovare l’impegno comune per migliorare la nostra città - ha aggiunto Nardella - Oggi è importante parlare di religione e spiritualità perché abbiamo di fronte un attacco mai visto di cattiveria, egoismo e intolleranza, che si manifesta in diverse forme, da quelle più estreme del terrorismo fino a quelle più striscianti dell’intolleranza e del populismo”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incendio è scoppiato nel pomeriggio da un annesso agricolo. Vigili del fuoco intervenuti sul posto con due squadre e l'autobotte
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità