QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 10° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 07 dicembre 2019

Attualità venerdì 18 dicembre 2015 ore 16:59

Ottomila matricole alla corte di Luigi Dei

Via al nuovo anno accademico dell'Università di Firenze. Il rettore: "Entro gennaio il bando per 40 nuovi ricercatori, ma il governo deve fare di più"



FIRENZE — Salone dei 500 di Palazzo Vecchio strapieno per l'inaugurazione dell'anno accademico 2015-2016 dell'Università di Firenze

Segno del'ottimo stato di salute di cui gode l'ateneo già dall'anno scorso quando le immatricolazioni crebbero della cifra record del 7%. E quest'anno il trend positivo è stato rispettato: 8.300 nuove iscrizioni, ma i dati sono provvisori, su 50.300 studenti dell'università fiorentina.

In occasione del primo discorso inaugurale dell'anno accademico, il rettore Luigi Dei ha snocciolato il suo programma per i prossimi 3 anni. Si parte già da gennaio con la pubblicazione di un bando per l'assunzione di 40 ricercatori a tempo determinato. 

"E' un segnale importante - ha detto il rettore -, non possiamo rischiare di perdere menti creative, intelligenti, talenti: il Paese non se lo può permettere".

Stessa attenzione verrà riservata ai dottorandi, con l'università pronta a stanziare 1.800.000 euro da destinare alle borse di dottorato da qui ai prossimi 3 anni. 

Un programma ambizioso che però, secondo Dei, deve andare di pari passo con interventi strutturali da parte del governo. Dai ha esaminato ieri insieme agli altri rettori degli atenei italiani la bozza di legge di stabilità. "Ci sono investimenti per 860 ricercatori a tempo determinato - ha detto Dei - , da inquadrare nell'ottica di una stabilizzazione a prof associato. Abbiamo riscontrato un' attenzione, sebbene ancora modesta, al diritto allo studio. Il problema è che queste misure non devono essere misure una tantum".

Per quanto riguarda i servizi agli studenti, invece, a gennaio l'università presenterà un'app, per ora in versione beta, scaricabile su smartphone e tablet e che sarà una sorta di guida ai servizi forniti dall'ateneo. Ma c'è di più. 

"Insieme alle altre università toscane - ha spiegato Dei - stiamo lavorando a una carta con cui sara possibile accedere a tutte le biblioteche universitarie, ma anche ottenere degli sconti sul trasporto pubblico locale".
L'idea è quella di creare una specie di Oyster card sul modello londinese: una tessera ricaricabile con cui sarà possibile sia entrare in biblioteca, che pagare il biglietto del bus. Ma, complice la gara per l'individuazione del gestore unico del trasporto su gomma in Toscana, per il momento trattare con chi gestisce il tpl non è  semplice. Per questo una prima versione potrebbe limitarsi a garantire sconti su corse singole e abbonamenti. Ma comunque in tutta la Regione. 

LUIGI DEI SU APERTURA ANNO ACCADEMICO 2016
DARIO NARDELLA SU APERTURA ANNO ACCADEMICO 2016


Tag

Salvini: «Denunciato da Carola Rackete. E noi la contro-denunciamo»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità