comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 15°26° 
Domani 14°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 01 giugno 2020
corriere tv
Dl Rilancio, Conte: «Eliminata la prima rata Imu per hotel e stabilimenti balneari»

Attualità venerdì 10 aprile 2020 ore 13:40

Un crowdfunding civico contro la crisi da Covid 19

In foto la distribuzione di pacchi alimentari

L'obiettivo è quello di coinvolgere i cittadini nella raccolta fondi per iniziative destinate ad anziani e studenti colpiti dall'emergenza



FIRENZE — Un crowdfunding civico per sostenere progetti educativi e sociali, settori particolarmente toccati dall’emergenza causata dal Coronavirus, questo è il progetto ‘Firenze per Firenze’, la piattaforma di raccolta fondi promossa dal Comune e dalla Fondazione CR Firenze che hanno deciso di unire le forze contro il virus, lanciando un finanziamento per realizzare progetti rivolti ad aiutare i fiorentini più fragili. Si parte con tre progetti che possono essere sostenuti fin da subito: ‘Io studio meglio’, ‘Aiuta gli anziani, aiuta Montedomini’ e ‘Insieme per chi è in difficoltà’.

La piattaforma ‘Firenze per Firenze’ è attiva da oggi http://www.planbee.bz/it/profile/firenze-per-firenze. Le donazioni possono essere effettuate con carta di credito su PlanBee o tramite bonifico bancario.

“Oggi più che mai la nostra città è chiamata a dimostrare vicinanza ai soggetti più fragili - ha detto il sindaco Dario Nardella - e quanto siamo una comunità unita e solidale. La piattaforma ‘Firenze per Firenze’ realizzata da Comune e Fondazione CR Firenze si pone l’obiettivo di coinvolgere i cittadini nella raccolta fondi per iniziative destinate ad anziani e studenti, che hanno risentito maggiormente dell’emergenza. Prossimamente arriveranno altri progetti che interesseranno anche la cultura, messa in ginocchio da questa crisi, che ha bisogno del sostegno collettivo per ripartire”. “In questo momento drammatico - ha continuato il sindaco - è importante che ognuno di noi faccia qualcosa per chi ha più bisogno. Donando anche una piccola somma si può dare un grande aiuto. Vorrei ringraziare La Fondazione CR Firenze che fin dall’inizio dell’emergenza è stata al fianco della nostra città e sta continuando a schierarsi in prima linea senza mai sottrarsi”.

“Questa nuova iniziativa - ha sottolineato il presidente di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori - risponde ai tanti bisogni di base che la comunità oggi richiede. Sono necessità legate alle primarie esigenze e urgenze del quotidiano. L’onda lunga della povertà purtroppo si estenderà oltre l’attuale contingenza mettendoci di fronte ad una sfida: essere insieme resilienti. Per questo è ancora più necessario fare squadra. Con il Comune, Fondazione Caritas e Banco Alimentare della Toscana abbiamo ideato questa campagna che vuole rafforzare e ampliare i servizi già in essere, potenziando la distribuzione di beni di prima necessità a fronte di una domanda che cresce di giorno in giorno. Siamo orgogliosi di poter essere, ancora una volta, vicini a chi ha bisogno interpretando con i fatti lo spirito più autentico che ha fatto nascere la nostra Istituzione”.

Progetto 1: ‘Io studio meglio’

Il progetto è rivolto a tutti gli studenti, ragazzi o bambini, che a causa dell’emergenza sanitaria si trovano lontani dalle aule scolastiche e dai propri insegnanti. Ciascuno di loro ha il diritto di poter continuare la propria formazione, ma nello stesso momento ha anche la necessità di studiare per poter occupare in maniera utile e interessante il proprio tempo, che si è dilatato all’interno delle quattro mura di casa.

Basta un clic per riattivare il collegamento grazie alle nuove tecnologie e in questa partita i tablet diventano vitali. Attraverso il crowdfunding ‘Firenze per Firenze’ è possibile contribuire al loro acquisto. Una volta conclusa l’emergenza questi strumenti saranno lasciati a disposizione delle scuole, in linea con l’obiettivo di rilanciare l’innovazione didattica. I tablet serviranno agli studenti delle scuole fiorentine ai quali deve essere garantita una continuità al percorso educativo, attualmente purtroppo non accessibile a tutti. Lavorare con strumenti on line permetterà di portare avanti la formazione di qualsiasi studente e aiuterà concretamente gli alunni, gli insegnanti e i genitori. Gli studenti delle scuole fiorentine dalla scuola dell’infanzia fino ad arrivare alle scuole medie contano oltre 30.000 iscritti. I tablet permetteranno a tutti di fruire delle proposte formative a distanza e serviranno a rendere più digitale la scuola di domani.

Le donazioni che saranno effettuate serviranno anche per acquistare 85 tablet per altrettanti allieve e allievi dei corsi dei due Centri di Formazione Professionali gestiti dal Comune. Si tratta di ragazze e ragazzi dai 16 ai 18 anni che per vari motivi hanno scelto o dovuto abbandonare la scuola e che, attraverso un percorso di formazione biennale, ottengono una qualifica codificata a livello europeo e possono scegliere di rientrare nel circuito scolastico oppure fare il loro ingresso nel mondo del lavoro nei settori della meccanica, della carrozzeria, del controllo numerico, dell’elettronica, della ristorazione (sala bar). Garantire anche a loro la possibilità di formazione a casa, significa continuare un percorso di crescita per l’indipendenza e l’autonomia.

Per l’acquisto di tablet servono 50mila euro. Un primo grande aiuto in tal senso è già arrivato con la donazione da parte di Fondazione CR Firenze di 280 tablet.

Progetto 2: ‘Aiuta gli anziani, aiuta Montedomini’

Con questo progetto il Comune di Firenze supporta i più fragili, i più soli, i più colpiti dal virus: gli anziani. Purtroppo i luoghi deputati al ricovero e alla cura delle persone anziane sono diventati, loro malgrado, ambienti di contagio. Nella nostra città per fronteggiare questa emergenza abbiamo bisogno di varia strumentazione per aiutare la struttura a rimanere un luogo sicuro dotato delle attrezzature e delle misure sanitarie adeguate.

Il progetto ‘Aiuta gli anziani, aiuta Montedomini’ è realizzato in collaborazione con Montedomini, l’Azienda pubblica per i servizi alla persona che gestisce la Residenza per anziani non autosufficienti con 80 posti letto.

Nel complesso di Montedomini, già dallo scorso 27 marzo, con il contributo di Fondazione CR Firenze, è attiva la prima struttura di cure intermedie con 34 posti letto per ospitare gli anziani positivi al Covid-19 delle Rsa di Firenze, Prato e Pistoia. Ad oggi è stato possibile adeguare alcuni locali di circa 1200 mq. Attraverso il crowdfunding il Comune e la Società della Salute di Firenze, in collaborazione con ASP Firenze Montedomini, chiedono alla collettività di dare un contributo per creare un ambiente protetto e adeguato per gli anziani. Servono 80.000 euro per macchinari e strumentazione varie per diagnostica (come ad esempio elettrocardiografi e termometri scanner), macchinari e strumentazioni di ausilio (ad esempio carrelli per medicazioni/terapie, deambulatori), tablet per la gestione delle corrispondenze dalle sale protette, dispositivi per la protezione individuale.

Progetti 3: ‘Insieme per chi è in difficoltà’

‘Insieme per chi è in difficoltà - Aiuta Fondazione Solidarietà Caritas e Banco Alimentare’ è una campagna di solidarietà per sostenere le famiglie e le fasce più fragili della comunità fiorentina lanciata dal Comune e da Fondazione CR Firenze, insieme a Fondazione Solidarietà Caritas onlus e Banco Alimentare della Toscana.

L’emergenza sanitaria non è ancora finita e, già in questi giorni, si iniziano a vedere gli effetti economici e sociali di questo momento: crisi delle attività, aumento delle famiglie in difficoltà, nuovi poveri e peggioramento della qualità della vita.

L’emergenza sociale si protrarrà per lungo tempo e il territorio dovrà essere capace di dare risposte concrete.

L’incessante lavoro dei volontari fa ben comprendere come i servizi di sostegno debbano essere rimodulati ogni giorno secondo l’evolversi del contesto e come stiano emergendo situazioni di nuove povertà a cui far fronte.

1500 pasti al giorno vengono consegnati oggi a domicilio nelle strutture e agli ospiti delle mense da Fondazione Solidarietà Caritas onlus, che nell’ultimo periodo ha dovuto anche attivare un nuovo servizio di consegna di pacchi alimentari in più di 40 punti di riferimento sul territorio.

Al Banco Alimentare della Toscana si rivolgano a loro circa 600 associazioni per il ritiro dei pacchi alimentari contenenti beni di prima necessità ma anche prodotti non alimentari, indispensabili per le famiglie: 5.400 tonnellate per quasi 100mila pacchi distribuiti solo in Toscana ogni anno.

A causa dell'emergenza, le richieste di aiuto sono aumentate e sono emerse nuove esigenze che hanno bisogno di sostegni ulteriori.

I fondi raccolti grazie ai contributi per il progetto ‘Insieme per chi è in difficoltà’ verranno destinati all’acquisto di beni di prima necessità, alimentari e non, e al supporto delle attività svolte da Fondazione Solidarietà Caritas e Banco Alimentare, che provvederanno ad aiutare concretamente i cittadini in difficoltà, grazie alla loro rete di strutture convenzionate e al prezioso aiuto dei loro volontari.

I fondi saranno utilizzati per l’acquisto e l’assemblaggio di pacchi alimentari contenenti beni di prima necessità (alimentari e non); la preparazione kit monoporzione da asporto; la logistica e i trasporti per il ritiro e la distribuzione dei pacchi a domicilio; l’acquisto materiali di imballaggio e altri materiali utili allo svolgimento delle attività dei volontari; il supporto all’attività dei volontari (acquisto DPI, materiali per l’igiene e per la sanificazione degli ambienti) e l’attivazione di servizi di prevenzione e sostegno per le fasce più vulnerabili. L’obiettivo è raccogliere

50mila euro. Per questo progetto per ogni euro versato a favore del progetto ‘Insieme per chi è in difficoltà’ la Fondazione CR Firenze aggiungerà altri due euro, triplicando l’importo della donazione.

Fondazione CR Firenze vuole essere al fianco di istituzioni, associazioni e cittadini, integrando i sostegni in arrivo e attivando una rete di persone che in questo momento sia in grado di dare un contributo determinante a tutta la comunità. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità