Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:25 METEO:FIRENZE13°21°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 23 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Napoli, strattonata e rapinata poi viene trascinata dal ladro con l'auto

Lavoro martedì 24 ottobre 2017 ore 14:19

Tremila persone agli attivi Cgil, Cisl e Uil

Le assemblea si sono svolte a Firenze, Siena e Lucca per chiedere a governo e parlamento di cambiare la legge di bilancio



FIRENZE — Tremila persone hanno partecipato agli attivi unitari di Firenze, Lucca e Siena organizzati da Cgil, Cisl e Uil per chiedere a governo e parlamento di cambiare la legge di bilancio, dedicando più attenzione e risorse per giovani, pensioni, occupazione, sanità, sociale e contratti. 

Le assemblee si sono svolte nell'ambito di una mobilitazione nazionale che andrà avanti fino a metà novembre, in Toscana come nel resto d’Italia. 

Sui palchi si sono succeduti gli interventi di lavoratori, pensionati e giovani che fanno i conti con un mercato del lavoro che, a loro in particolare, offre per lo più contratti non stabili. 

A Firenze l’incontro, presieduto dal segretario generale della Cisl Toscana, Riccardo Cerza, si è svolto al PalAffari ed è stato concluso dal segretario nazionale della Uil, Domenico Proietti

A Lucca l’assemblea si è tenuta al Polo Fiere e Congressi, con la segretaria generale Cgil Toscana, Dalida Angelini e il segretario nazionale Cisl Maurizio Petriccioli

A Siena l’appuntamento era fissato invece al PalaGiannelli di viale Sclavo ed ha visto la partecipazione del segretario organizzativo della Uil Toscana, Arturo Papini e del segretario nazionale della Cgil, Roberto Ghiselli

Anche dalla Toscana Cgil, Cisl e Uil hanno chiesto maggiori risorse per l’occupazione giovanile e per gli ammortizzatori sociali; il congelamento dell’innalzamento automatico dell’età pensionabile legato all’aspettativa di vita; un meccanismo per costruire pensioni dignitose per i giovani con lavori discontinui; una riduzione dei requisiti per l’accesso alla pensione delle donne con figli o impegnate in lavori di cura; l’adeguamento delle pensioni attuali; la copertura finanziaria per i contratti del pubblico impiego; maggiori risorse per la sanità e la non autosufficienza. 

“Ne abbiamo discusso per settimane ai tavoli di confronto con il governo - hanno dichiarato i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil - Ora l'esecutivo deve tenere conto anche delle nostre richieste.”

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Coi nuovi contenitori stradali digitali decolla la seconda fase della trasformazione della raccolta dei rifiuti all'insegna della circolarità
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità