Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:55 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 29 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il ministro Guido Crosetto canta Bella Ciao alla serata con Fiorello per il Bambino Gesù

Attualità lunedì 26 ottobre 2020 ore 11:38

"Trasporti dimenticati, dimezzare i posti subito"

Il vice coordinatore della Rsu di Ataf suona l'allarme sul trasporto locale fiorentino dopo le segnalazioni degli ultimi giorni dalle linee urbane



FIRENZE — "Si sono dimenticati completamente del trasporto pubblico" è quanto esclama Massimo Milli, vice coordinatore della Rsu di Ataf contattato da QUInewsFirenze per fare il punto dopo il Dpcm del 25 Ottobre. "La prima cosa da fare è dimezzare la capienza sulle vetture" è l'appello che lancia il vice segretario Faisa Cisal della provincia di Firenze.

Oggi cosa è cambiato?

"Assolutamente nulla rispetto alle ultime settimane e per questo motivo il comparto è stupito dall'assenza totale di riferimenti al trasporto locale nelle nuove disposizioni previste dalla Presidenza del Consiglio. L'ultimo intervento della ministra Paola De Micheli è stato lacunoso, sul Tpl ha risposto che in altre città del mondo la capienza è al 100 per cento... E allora? L'unica soluzione è invece ridurre la quantità dei posti disponibili".

Com'è la situazione a Firenze?

"Ci sono linee che soffrono in particolari orari di punta. Quando parliamo di 80 per cento di capienza intendiamo la somma tra posti in piedi e posti a sedere su vetture di 12 metri, si parla quindi dell'80% di 112 persone ammesse regolarmente sul bus".

Quali sono le soluzioni proposte dai sindacati?

"La capienza a bordo deve essere ridotta immediatamente e portata a non oltre il 50 per cento dei posti disponibili. Imporre poi un distanziamento di almeno 1 metro tra i passeggeri. Il gel a disposizione deve essere usato da chi sale a bordo e le mascherine devono essere indossate correttamente. Occorre poi raddoppiare immediatamente le vetture in circolazione, se necessario assumendo personale. Questi sono i correttivi. Costano? Certo, ma è l'unico modo per garantire la salute".  


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I soccorsi sono scattati in piena notte e sono proseguiti ore, fin prima dell'alba. L'allarme dopo aver sentito le grida con richiesta di aiuto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità