QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 12° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 14 novembre 2019

Attualità sabato 17 agosto 2019 ore 12:18

Dalla fermata del tram all'azienda con la navetta

Accolta la richieste di alcune aziende fiorentine per l'istituzione di un servizio di trasporto per i dipendenti che usano la tramvia



FIRENZE — Le aziende con almeno cinquanta dipendenti potranno richiedere al Comune il nuovo contrassegno SN (servizio navetta aziende) che permetterà il trasferimento dei lavoratori dalle fermate Nenni Torregalli della linea T1 della tramvia e Guidoni della T2 fino al luogo di lavoro. La novità è stata introdotta dalla giunta di Palazzo Vecchio nel corso dell'ultima giunta comunale dopo che molte aziende ne avevano fatto richiesta. 

Il provvedimento, comunque, impone precise restrizioni. I bus che svolgeranno questo servizio non potranno transitare in centro (ztl) e nella Zcs1 che è già servita dal trasporto pubblico. I mezzi utilizzati, poi, dovranno avere i dispositivi meno inquinanti. Il contrassegno avrà validità annuale e varrà per le aziende che si trovano nel territorio comunale o nei comuni limitrofi. 

"Con l’entrata in servizio delle linee T1 e T2 sta cambiando il modo di spostarsi in città con un maggior utilizzo del trasporto pubblico anche per recarsi a lavoro – ha detto l'assessore alla mobilità del Comune di Firenze Stefano Giorgetti  – Negli ultimi tempi sono arrivate richieste da parte delle aziende di attivare un servizio navetta per i propri dipendenti da alcune fermate della tramvia. Gli uffici si sono subito attivati per modificare il disciplinare che regolamenta il transito dei bus in città e che non prevedeva questa tipologia di servizio. D’ora in poi invece sarà possibile attivare queste navette che si inseriscono a pieno titolo nella politiche di questa Amministrazione per disincentivare l’utilizzo del mezzo privato”.



Tag

Mose, Fiorello in diretta: «7 mld per un opera che non serve a niente»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità