Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:45 METEO:FIRENZE15°25°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 21 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Allegri furioso a fine partita, la frase urlata uscendo dal campo: «E vogliono giocare nella Juve»

Attualità venerdì 16 luglio 2021 ore 20:40

Tram senza pensiline e scoppia la polemica

Fermate sotto l'acqua. La Soprintendenza non ha gradito l'impatto delle pensiline alle fermate dei viali di circonvallazione realizzati nel 1800



FIRENZE — Le nuove fermate del tram sulla linea Libertà - Bagno a Ripoli dovranno fare a meno delle pensiline, è quanto emerso nell'ultima Conferenza dei servizi tenutasi nelle scorse ore. La Soprintendenza non avrebbe gradito l'impatto delle tettoie lungo i viali realizzati dall'architetto Giuseppe Poggi nella seconda metà del 1800, dopo avere abbattuto le mura della città.

Si apre così un nuovo caso su una infrastruttura che ad ogni ramo è destinata ad attirare critiche per quanto riguarda la progettazione.

L'Osservatorio lavori tramvia ha lanciato sui social una raccolta firme per superare il vincolo della soprintendenza e dotare le fermate di pensiline.

Sul caso è intervenuto il consigliere Filippo Ferraro, presidente della Commissione Servizi al Territorio del Quartiere 5 e grande sostenitore del tram che ha studiato la Linea 1 ed ha seguito tutte le fasi di lavorazione.

Ferraro ha pubblicato sui social una "lettera aperta" indirizzata alla Soprintendenza ed al ministero dei trasporti "Mercoledì scorso si è conclusa la conferenza dei servizi relativa alla Tramvia per Bagno a Ripoli. In questa sede di confronto è stato imposto dalla Soprintendenza che la nuova linea tranviaria dovrà avere 7 fermate senza pensilina. Il motivo? Le pensiline non si sposano bene con l'architettura dei viali, voluti dall'architetto Giuseppe Poggi 150 anni fa".

Ferraro ha poi aggiunto "L'imposizione di realizzare 7 fermate senza pensiline la ritengo assurda, fuori dal presente, ingiustificabile ed inspiegabile agli utenti della nuova Tramvia e a tutti i fiorentini. Lungo le linee in esercizio sono già presenti fermate senza pensiline per lo stesso motivo distribuite in modo sparso, ma è difficile immaginare una nuova linea che entrerà in servizio nel 2024 con 7 fermate consecutive in cui i viaggiatori dovranno affrontare sole, caldo, pioggia per meri motivi estetici. Ritengo che nell'800 Giuseppe Poggi sia stato un visionario, una persona ha capito i suoi tempi trasformando Firenze in modo estremamente coraggioso; criticato a posteriori senza troppe argomentazioni salvo la tipica nostalgia del passato che a Firenze domina da secoli. Auspico un intervento del Ministero e della Soprintendenza affinché il progetto esecutivo sia modificato: a questo giro non si richiede di essere coraggiosi né visionari, ma semplicemente di fare scelte normali. Evitiamo assurdità!" ha concluso.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono state spogliate nella notte le fioriere di una attività commerciale allestite per delimitare lo spazio esterno concesso dal Comune di Firenze
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca