QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 14° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 20 febbraio 2020

Attualità mercoledì 22 gennaio 2020 ore 17:30

Tram a batterie per eliminare i pali

Il sindaco Dario Nardella ha annunciato una sperimentazione della nuova alimentazione per il trasporto su ferro che utilizza l'elettrificazione aerea



FIRENZE — I pali necessari ad alimentare i tram impiegati sulle linee attualmente in esercizio potrebbero essere sostituiti dalle batterie, almeno in alcuni tratti, ad annunciare la sperimentazione di una alimentazione alternativa è stato il sindaco di Firenze intervenuto questa mattina ai microfoni di Lady Radio.

Nardella ha spiegato “Siamo a buon punto con l’idea di sperimentare le batterie sugli attuali Sirio. Sperimenteremo le batterie sugli attuali tram, e in una seconda fase compreremo tram che sono già predisposti per andare con le batterie e caricarsi solo in alcuni tratti”. “La linea per Bagno a Ripoli - ha sottolineato Nardella - avrà solo un terzo dei pali, nella zona più esterna, mentre l’area centrale di Firenze sarà senza pali”. Ha poi aggiunto che "a regime potremo togliere i pali dove ci sono”. 

Il primo cittadino ha indicato un cronoprogramma con l’inizio dei lavori “a metà di quest’anno per la variante che arriva da piazza San Marco a piazza della Libertà” mentre per la linea 4 “entro dicembre 2020 è prevista la gara d’appalto dei lavori, l’inizio dei lavori sarà nella seconda metà del 2021, la fine entro il 2023” ed infine per il percorso verso Bagno a Ripoli la previsione è di "lavori entro fine 2020".

Le parole di Nardella sono state commentate dai consiglieri Mario Razzanelli e Jacopo Cellai, promotori nei mesi scorsi dei ricorsi contro l'apertura dei nuovi cantieri “Aspettiamo le risposte alle innumerevoli osservazioni che abbiamo prodotto per fermare lo scempio della tramvia Firenze-Bagno a Ripoli. Questa volta saremo ancora più duri perché numeri alla mano non ci sono le condizioni per realizzare questa opera che andrebbe a danneggiare tanti cittadini. Ci sono comitati che si sono già mossi e la preoccupazione nella zona interessata è altissima. Altro che eliminazione dei pali, noi siamo per l’eliminazione della tramvia. Il sindaco invece di venirci a raccontare questa storia delle batterie sui Sirio - ha detto Cellai - sarebbe bene che andasse in Consiglio Comunale a raccontare se esista o meno un piano dettagliato sul numero dei posti auto che verrebbero tagliati per lasciare spazio al passaggio della tramvia. In assenza di un piano che invece ci spieghi un concreto progetto sui parcheggi. Il traffico a Firenze è rimasto lo stesso, le attuali linee tramviare non hanno alleggerito il peso, anzi: sono diminuiti gli spazi sosta e in questo caso specifico le conseguenze sarebbero ancora più invasive”. 



Tag

Giù le Vele di Scampia, ecco cosa resta del supermercato della droga più importante d'Europa

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità