Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:FIRENZE19°27°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 06 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Vaccini, Speranza: «Unico strumento per chiudere questa stagione difficile»

Attualità venerdì 05 marzo 2021 ore 17:33

​Targa per Idy “Sarà esposta a Palazzo Vecchio"

Lo ha detto l'assessore alla Toponomastica e Cultura della Memoria spiegando che la targa non può essere collocata prima dei 10 anni dalla morte



FIRENZE — Idy Diene è stato ricordato sul Ponte Vespucci, a Firenze, a tre anni dal suo assassinio. L’assessore alla Toponomastica e Cultura della Memoria Alessandro Martini insieme ai colleghi al Welfare ed Educazione Sara Funaro e all’Immigrazione Cosimo Guccione, al presidente del consiglio comunale Luca Milani e ad alcuni consiglieri comunali si sono recati sul Ponte Vespucci dove l’ambulante senegalese venne ucciso.

L’assessore Martini è intervenuto sulla questione della targa in ricordo di Idy Diene replicando anche alle polemiche “Siamo fortemente motivati a ricordare questo uomo innocente che ha pagato la violenza omicida di altri come lo siamo a ricordare tutte le vittime che ingiustamente perdono la vita per la stessa ragione. Questa targa, che non possiamo collocare sul Ponte Vespucci perché la legge prevede che per intitolare ufficialmente un luogo a una persona devono essere passati dieci anni dalla sua morte, sarà conservata in Palazzo Vecchio. La metteremo in una collocazione visibile a tutti che diventerà quindi un luogo simbolico per ricordare tutti coloro che sono stati vittima della follia omicida”.

“Come istituzioni vogliamo far memoria di queste persone innocenti che hanno perso la vita in modo così drammatico e ingiusto. Per questo l’Amministrazione sarà presente alle varie iniziative per ricordare Idy Diene, oggi siamo qui sul Ponte Vespucci e vogliamo far memoria di lui e di quanto gli è accaduto ma lo facciamo rispettando le regole” ha concluso l’assessore Martini.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Oltre agli attrezzi da scasso, due fermati avevano proprio feltrini e fascette. L'ipotesi di polizia è che servissero a contrassegnare gli obiettivi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Sport

Attualità

Attualità