comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:36 METEO:FIRENZE10°18°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 21 ottobre 2020
corriere tv
Coprifuoco in Lombardia, la rabbia dei ristoratori: il video della protesta

Cronaca martedì 12 maggio 2020 ore 12:31

Senza mascherina deve scendere ma assale l'autista

Salito a bordo del bus senza la mascherina è stato invitato a scendere ma ha strappato la catena che separa la cabina guida insultando l'autista



FIRENZE — Attimi di panico a Firenze dove il conducente di un autobus è stato assalito da un passeggero che è stato richiamato perché sprovvisto della mascherina.

L'episodio è accaduto questa mattina sul viale Don Minzoni dove un autista dell'Ataf avrebbe rispettato il protocollo invitando il passeggero a scendere ed allertando la Sala Radio. 

L'uomo avrebbe però reagito rompendo la catena che separa la postazione del conducente dall'area riservata ai passeggeri e scagliandosi contro il vetro della cabina dove ha rivolto insulti all'autista. L'arrivo della polizia, allertata dalla sala operativa dell'Ataf, ha riportato la calma a bordo. L'autista ne è uscito scosso ma illeso mentre l'uomo è stato identificato dagli agenti.

"E' stato un bruttissimo episodio - ha commentato Gianluca Mannucci coordinatore della Rsu di Ataf - che, senza la chiusura del posto guida, poteva finire molto peggio. Esprimo tutta la vicinanza al collega, al quale ho già offerto l'aiuto della Rsu. Il lavoro fatto fino ad oggi in tema di sicurezza è sicuramente una base solida e indiscutibile. Allo stesso modo sono un punto fermo gli accorgimenti adottati, in sede di Comitato di sicurezza aziendale, contro la diffusione del Covd-19 e a protezione di autisti e passeggeri. Se tutto il sistema funziona, fatti come quello di oggi dovranno essere un'assoluta rarità. Siamo consapevoli che il lavoro continua, infatti in settimana avremo un'altra riunione del Comitato".

"Mi associo nel portare tutta la mia solidarietà e vicinanza al collega coinvolto - è quanto ha commentato Massimo Milli, vice segretario Faisa Cisal - allo stesso tempo mi preme condannare nella maniera più assoluta il gesto. Ricordo i passi da gigante che sono stati fatti dall'azienda in termini di sicurezza a bordo... rispetto scrupoloso delle distanze di sicurezza, gel igienizzante passeggeri e posto guida e consegna guanti monouso alle fermate da parte del personale Ataf. Cos'altro dobbiamo fare per sentirci tutelati?".

Michele Lulurgas, membro Rsu per Filt Cgil dell’ufficio Tpl di Cgil ha commentato "Questo episodio è la punta dell’iceberg, quotidianamente sui bus si vedono passeggeri che non indossano correttamente la mascherina, la tolgono per chiacchierare al telefono, si sporgono dalla catenella per chiedere informazioni, facendo quindi mancare perfino il metro di distanza, o pretendono di salire anche col bus completo. Gli autisti hanno diritto a lavorare tranquilli, specialmente adesso, per cui l’azienda provveda quanto prima ad isolare il posto guida con sistemi come le paratie di nylon, ed aumenti il servizio. Al fine di limitare lo stress che in questi giorni appare piuttosto alto, sarebbe opportuno valutare una riduzione anche dell’orario di lavoro, questo anche per i sacrifici fatti dagli autisti in tempi recenti come lo smaltimento ferie o le giornate di non prestazione lavorativa retribuite all’80 per cento".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità