QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 11°11° 
Domani 10°13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 19 novembre 2019

Attualità giovedì 17 ottobre 2019 ore 20:00

Studenti dormono in strada, contro il caro affitti

Si sono sdraiati in strada, avvolti dalle coperte, all'interno del polo universitario di Novoli per protestare contro i costi degli alloggi in città



FIRENZE — "Per studiare serve una casa" con questo ed altri slogan si sono presentati davanti alla biblioteca di Novoli gli studenti universitari che hanno manifestato a Firenze per il diritto ad un alloggio durante il periodo dedicato agli studi.

"Quest'anno gli affitti sono cresciuti del 12% rispetto al 2018. Una stanza singola costa in media 450 euro. Gli alloggi a disposizione sono sempre meno e sempre più cari. Una situazione che porta, secondo i dati Sunia, il 28% degli studenti a rinunciare al proprio percorso di studi o a scegliere un'altra sede" lo scrivono in una nota gli studenti fiorentini riuniti nell'associazione studentesca Csx.

"Una grave minaccia al diritto allo studio. Il fenomeno degli affitti brevi a fine turistico va ad esacerbare ancora di più questa situazione, rappresentando uno dei principali fattori che portano ogni anno al costante rincaro degli affitti. Appare quindi necessario un intervento su più piani delle istituzioni competenti. Da un lato è necessario far fronte all'emergenza abitativa ed al fenomeno degli idonei non beneficiari intervenendo sull'edilizia studentesca con la costruzione e l'individuazione di nuovi plessi. Non sono sufficienti singoli interventi, che per quanto utili, sono incapaci di risolvere il problema. Serve lo sviluppo di un piano edilizio pluriennale che ambisca a risolvere il problema definitivamente. Riteniamo inoltre necessario un intervento per calmierare gli affitti e rendere accessibile l'edilizia privata. Risulta infatti evidente come le misure messe in atto al momento, che pure vanno in questo senso, siano assolutamente inefficaci. Dalle agevolazioni economiche offerte dal Comune all'intermediazione tra domanda e offerta di recente inaugurata dalla piattaforma del Dsu, piattaforma che abbiamo sempre auspicato e richiesto, pare evidente che le misure prese, pur perseguendo lo scopo di garantire a tutti un alloggio a un prezzo giusto, non sono sufficienti. Chiediamo quindi l'istituzione di un tavolo tra Comune, Università, proprietari, affittuari e rappresentanze studentesche che si proponga di innovare il sistema di sgravi ed agevolazioni e renda gli incentivi realmente efficaci. Crediamo che sia nell'interesse di tutti una approccio rinnovato sul tema, per combattere non solo il caro affitti ma anche il nero e l'insicurezza degli edifici alla quale gli studenti sono spesso costretti. La piattaforma del Dsu va timidamente in questo senso, ma pare evidente come senza un approccio comprensivo e coordinato l'azione delle istituzioni non sarà mai tangibile" conclude la nota.



Tag

Bologna, rubano bancomat alle Poste e intascano un milione: 3 arresti

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca